Facevano i furbetti con i “Compro Oro”: sequestrati oro e argento e tre attività

Facevano i furbetti con i “Compro Oro”: sequestrati oro e argento e tre attività

PALERMO – I finanzieri del comando provinciale della Guardia di Finanza di Palermo, hanno sottoposto a controllo tre esercizi commerciali esercenti attività di “compro oro” risultati non iscritti nel registro previsto per esercitare tale attività.

In particolare, i finanzieri del 2° Nucleo Operativo Metropolitano del gruppo di Palermo hanno constatato che le tre attività commerciali con sede nel centro cittadino, nonostante fossero state cancellate dal Registro degli operatori Compro Oro tenuto presso l’Organismo degli Agenti e Mediatori, operavano in forma totalmente abusiva.


Durante i controlli le Fiamme Gialle hanno rinvenuto numerosi gioielli, collane in oro, orecchini, bracciali, monili vari, nonché argenteria per un peso complessivo di circa 1,360 Kg, da destinare alla vendita o alla fusione e alla successiva monetizzazione.

Pertanto, i militari hanno proceduto al sequestro dei locali commerciali e dei preziosi rinvenuti, nonché a denunciare alla locale autorità giudiziaria i titolari degli esercizi commerciali per esercizio abusivo attività di compro oro, in violazione all’articolo 8 del D.Lgs 92/2017 che prevede la reclusione da sei mesi a quattro anni e con la multa da 2.000 euro a 10.000 euro.

L’operazione rientra tra i compiti istituzionali propri della Guardia di Finanza quale polizia economico – finanziaria costantemente impegnata alla repressione delle attività commerciali abusive e a tutela dell’economia sana.