Faceva il dentista senza laurea e all’interno di un magazzino: la Guardia di Finanza lo scopre

Faceva il dentista senza laurea e all’interno di un magazzino: la Guardia di Finanza lo scopre

PALERMO – Nei giorni scorsi, i finanzieri di Palermo, unitamente a personale specializzato dell’Azienda sanitaria provinciale, hanno sottoposto a sequestro un magazzino adibito a studio dentistico nel quale operava un soggetto sprovvisto di laurea nello specifico settore nonché di abilitazione alla professione odontoiatrica.

In particolare, a seguito di attività di intelligence economico-finanziaria le fiamme gialle hanno effettuato l’accesso ad un magazzino in zona Boccadifalco all’interno del quale veniva sorpresa una persona intenta a prendere l’impronta dentaria ad un paziente. Alla richiesta degli operanti di esibire la certificazione ambientale (AUA), la laurea in odontoiatria e l’iscrizione all’albo dei dentisti, il soggetto esibiva esclusivamente il diploma di Istruzione Professionale ad indirizzo Odontotecnico. Tale titolo avrebbe permesso allo stesso di procedere esclusivamente alla realizzazione di protesi dentarie e non di operare direttamente sui pazienti, circostanza invece constatata dai militari operanti.


Nelle operazioni di perquisizione eseguite nei locali veniva rinvenuta e sequestrata un’agenda contenente contatti ed importi relativi a prestazioni lavorative nonché diversi anestetici, aghi e tamponi utilizzati nelle normali pratiche odontoiatriche. Nello stesso contesto, infine, veniva accertata la presenza all’interno dei locali di altri due soggetti intenti a prestare attività lavorativa, come segretario ed assistente alla poltrona, per i quali il dentista abusivo non è stato in grado di dimostrare la regolare assunzione.

Pertanto, i finanzieri hanno proceduto al sequestro dell’immobile e delle attrezzature, oltre al deferimento del soggetto all’Autorità giudiziaria per esercizio abusivo dell’attività professionale di odontoiatra e per mancanza di certificazione ambientale relativa allo scarico di acque reflue. Le risultanze dell’attività saranno ovviamente sviluppate anche ai fini fiscali.