Droga, 50 bambini potrebbero essere tolti alle proprie famiglie: “Bisogna difendere i più fragili”

Droga, 50 bambini potrebbero essere tolti alle proprie famiglie: “Bisogna difendere i più fragili”

PALERMO – Sono al momento cinquanta i ragazzini palermitani che sono stati posti sotto osservazione da parte della Procura dei minorenni.

L’obiettivo del provvedimento è quello di allontanare i più giovani dall’ambiente familiare nel quale circolano sostanze stupefacenti.


Ad renderlo noto l’avvocato dello Stato Annamaria Palma che, durante l’intervento all’inaugurazione dell’anno giudiziario, ha dichiarato: “La Procura dei minori ha avviato un progetto senza precedenti, sulla base di alcuni episodi recenti“.

Uno dei motivi, infatti, per cui è stato ritenuto opportuno prendere questa decisione dipenderebbe da drammatici avvenimenti che, risalenti alle ultime settimane, vedono coinvolti cinque bambini finiti in ospedale per aver assunto nell’ambiente domestico sostante stupefacenti.

Altri minorenni, invece, sarebbero stati scoperti mentre erano intenti ad aiutare i genitori a confezionare droga per poi dare il via allo spaccio.

I ragazzi posti sotto osservazione non vanno a scuola e vengono coinvolti nelle attività criminali; questo fenomeno non sarebbe così raro in Sicilia che, infatti, è la terza regione italiana in base alla diffusione dei traffici di droga.

È un imperativo categorico – ha concluso Anna Maria Palma – difendere i più piccoli e i più fragili“.

Foto di repertorio