Detenuto del Pagliarelli beccato col cellulare in cella: “Volevo sentire la mia famiglia”

Detenuto del Pagliarelli beccato col cellulare in cella: “Volevo sentire la mia famiglia”

PALERMO – Gli agenti penitenziari hanno trovato un microcellulare in possesso di un detenuto che lo stava utilizzando nella propria cella nel carcere Pagliarelli di Palermo.

I controlli sono scattati nel reparto Mari.


Il detenuto – fanno sapere dalla Polizia penitenziaria – ha dichiarato candidamente di essere consapevole di aver commesso un reato ma che voleva sentire la sua famiglia“.

Resta ora da capire come sia arrivato il cellulare nella cella: o nascosto nei pacchi che ricevono i detenuti dai familiari, oppure con un drone.

Foto di repertorio