Controlli, sanzioni e sequestri: chiuso un ristorante del Foro Italico

Controlli, sanzioni e sequestri: chiuso un ristorante del Foro Italico

PALERMO – La Polizia di Stato, nel corso degli ultimi giorni, ha effettuato stringenti controlli in larghi tratti del centro storico cittadino, applicando a questa estesa porzione della “vecchia Palermo” il protocollo
Alto Impatto”, un piano di sicurezza straordinario da tempo già disposto dal Questore Leopoldo Laricchia e volto a scovare ogni forma di illegalità, sia amministrativa che penale.

Dall’Albergheria fino al Foro Italico, i servizi della Polizia di Stato, coadiuvata dalla polizia municipale e dall’Asp, hanno visto dispiegata sul campo una forza composita e riconducibile a più articolazioni territoriali: il Commissariato di Pubblica Sicurezza Oreto-Stazione, la Squadra Mobile, il Reparto Prevenzione Crimine, la Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura ed i Cinofili delle Volanti.


Controlli di arrestati domiciliari e di astanti con pregiudizi di polizia, identificazione di avventori di locali di ristorazione e di centri scommesse, riscontri ed appostamenti in relazione ad episodi di spaccio, verifica dei requisiti amministrativi degli esercizi commerciali e verifica del rispetto della normativa Covid: sono state queste le principali linee guida attraverso le quali si sono mossi i poliziotti.

Gravi le inadempienze riscontrate nel corso di un accesso ispettivo effettuato nei confronti di un esercizio di ristorazione del Foro Italico. La Scia comunale è, innanzitutto, risultata improcedibile e per questo è stata elevata una sanzione di pari a 5.000 euro con contestuale sequestro amministrativo del locale.

La mancanza di Scia sanitaria ha comportato una sanzione di 3.000 euro, la mancanza di tracciabilità di 20 chilogrammi di prodotto ittico ha comportato una sanzione di 1.500 euro.

Il pesce è stato sequestrato ed avviato alla distruzione, così come disposto dall’autorità giudiziaria.

In un bar/centro scommesse in zona Oreto sono state invece riscontrate le ripetute violazioni della normativa Covid da parte dei clienti e del titolare dell’esercizio, con contestazione complessivamente di 6 sanzioni.

Lungo l’ampio perimetro dei controlli, i poliziotti hanno effettuato una lunga serie di posti di controllo che hanno portato ad elevare numerose contravvenzioni al Codice della Strada per un totale complessivo di 1.500 euro circa.

I controlli proseguiranno nei prossimi giorni in questo ed in altri quadranti cittadini.