Commercianti cinesi temono il Coronavirus e chiudono i negozi: saracinesche abbassate per evitare gli infetti

Commercianti cinesi temono il Coronavirus e chiudono i negozi: saracinesche abbassate per evitare gli infetti

PALERMO – La notizia dei primi casi positivi di Coronavirus in Sicilia ha spaventato residenti e turisti, ma in maniera particolare avrebbe allertato alcuni commercianti e grossisti cinesi di Palermo.


Sembrerebbe infatti che i negozianti abbiano deciso di chiudere temporaneamente i loro esercizi per paura del contagio che i turisti potrebbero provocare entrando nei locali.

Le saracinesche resteranno abbassate per circa una settimana ufficialmente “per ferie” nelle zone di via Maqueda, Lincoln e Ballarò, ma anche per i negozi del centro vicini al porto e i ristoranti.


Il rischio, secondo i commercianti, è quello che i palermitani siano entrati in contatto con i turisti infetti e mettano dunque a repentaglio la loro salute e quella di chi frequenta i negozi.

Immagine di repertorio