Bagno a mare vietato: ecco il quadro delle zone interessate per l'estate 2018

Bagno a mare vietato: ecco il quadro delle zone interessate per l’estate 2018

Bagno a mare vietato: ecco il quadro delle zone interessate per l’estate 2018

PALERMO – L’estate si avvicina e con essa anche la stagione balneare “vera e propria”, anche se qualcuno ha già cominciato a fare il bagno almeno una settimana fa. Un leit motiv di non poco conto sarà il quadro delle spiagge nelle quali non si potrà fare il bagno nella nostra isola.


Come riporta anche il quotidiano on-line Meridionews, attraverso un lavoro di monitoraggio delle zone costiere siciliane e seguendo determinati parametri, come la qualità delle acque, la pericolosità della zona in caso di forti mareggiate e la vicinanza di scarichi fognari o depuratori, effettuato dall’Assessorato alla Salute della Regione Siciliana, è stato stabilito l’elenco di tutte le zone in cui sarà in vigore il divieto di balneazione.


Nel palermitano non si potrà fare il bagno nella spiaggia di Vergine Maria e S. Erasmo, in un tratto vicino al porto della Bandita, al porticciolo di Mondello, all’attracco dell’Addaura, in alcuni tratti litoranei tra Bagheria e Terrasini, tra quest’ultimo comune e Cinisi e per un piccolo tratto a Villagrazia di Carini.

Nel catanese ci saranno quattro spazi vietati, precisamente nella zona del Porto, nella stazione centrale, a Ognina, a S.Giovanni Li Cuti, mentre altri divieti si troveranno nella Riviera dei Ciclopi, tra i comuni di Aci Castello e Acireale zona molto piena di scarichi a mare, a Riposto e nello spazio tra Fiumefreddo e Calatabiano.

Nella provincia di Messina off-limits saranno tre chilometri sull’isola di Vulcano, il vallone Canneto, la foce del torrente Inganno a S.Agata di Militello, mezzo chilometro vicino all’ospedale S. Margherita, a Milazzo, a San Filippo del Mela, a Pace del Mela e a San Giorgio Monforte, data la presenza, in alcune di queste zone, di scariche elettriche.

Nella provincia aretusea a essere invaso dal divieto è buona parte del comune di Augusta, insieme con i comuni di Priolo, Portopalo e Pachino, mentre in quella iblea ci saranno sette zone in cui il bagno non è consentito e si trovano nei Comuni di Ragusa, Acate, Vittoria, Scicli e Pozzallo.

Nel trapanese il bagno vietato sarà in vigore nei comuni di Alcamo e Valderice, nell’isola di Levanzo e nei porti di Trapani, Castellammare del Golfo, S. Vito Lo Capo, Marsala e Mazara del Vallo, mentre nel nisseno i divieti nella zona di Gela e per un breve tratto a Butera.

Nella provincia di Agrigento, infine, ci saranno 49 tratti di costa vietati e saranno tra Menfi, Realmonte, Ribera, Sciacca, Siculiana, Agrigento, Montallegro, Porto Empedocle, Palma di Montechiaro, Cattolica Eraclea e Licata. In quest’ultimo comune, in particolare, scatterà il divieto a 200 metri a destra e a 300 a sinistra dalla foce del fiume Salso.