Assolto l'operaio forestale accusato di aver appiccato incendi nel 2017, rimane imputato il figlio

Assolto l’operaio forestale accusato di aver appiccato incendi nel 2017, rimane imputato il figlio

Assolto l’operaio forestale accusato di aver appiccato incendi nel 2017, rimane imputato il figlio

PALERMO – La terza sezione penale del Tribunale di Palermo ha assolto Pietro Cannarozzo, operaio forestale di 63 anni che era stato arrestato con l’accusa di incendio boschivo, furto e peculato.


Insieme al figlio Angelo di 26 anni, l’uomo, secondo quanto avevano ricostruito gli investigatori, avrebbe appiccato un incendio nel 2017  in un’area tra San Martino delle Scale e Piano Geli, nel Monrealese, per raccogliere metalli.


Il figlio Angelo rimane, adesso, unico imputato. Il giovane è stato processato a parte, col rito abbreviato ed è ancora detenuto.

Tra gli incendi che gli erano stati addebitati anche una parte di quelli del 16 giugno 2017, in cui si era sfiorata una temperatura di 50 gradi e andarono a fuoco laConca d’Oro e monte Pellegrino. Gli incendi hanno messo in pericolo anche la pubblica incolumità lambendo alcune villette.

Fonte – Foto: Pixabay