Coronavirus in Sicilia, Arcuri “bacchetta” la Regione: “Chiedono 35mila tamponi al giorno ma ne fanno 6mila”

Coronavirus in Sicilia, Arcuri “bacchetta” la Regione: “Chiedono 35mila tamponi al giorno ma ne fanno 6mila”

PALERMO –In Sicilia si fanno 6mila tamponi al giorno e dalla Regione Autonoma Siciliana fanno una richiesta di 35mila tamponi al giorno“.


Parole del commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus Domenico Arcuri, nel corso della riunione operativa in videoconferenza con le Regioni convocata in giornata dal ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia.

Il commissario ha strigliato la Regione Siciliana in merito alla “reale capacità” che l’isola può attualmente garantire in merito all’analisi quotidiana dei tamponi. Arcuri, dunque, ha chiesto alla dirigente della Regione di “rimodulare la richiesta“.


Nelle ultime settimane i contagiati si sono decuplicati e l’idea dell’assessore alla Salute Razza è di poter effettuare tutti quei tamponi al giorno anche se forse, ha ragione il commissario, quel numero è troppo elevato“, ha ammesso la dirigente siciliana.

Immagine di repertorio