Occupazioni abusive e illegalità di vario tipo: fruttuoso servizio nei quartieri di Librino e San Giorgio

Occupazioni abusive e illegalità di vario tipo: fruttuoso servizio nei quartieri di Librino e San Giorgio

CATANIA – I carabinieri della Compagnia di Catania Fontanarossa, unitamente ai colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro e del ReggimentoSicilia”, supportati da personale della polizia locale, hanno svolto un servizio a largo raggio nei quartieri di San Giorgio e Librino finalizzato al contrasto dell’illegalità ed al controllo delle attività economiche presenti sul territorio.

Il servizio, che è stato realizzato anche con il supporto fornito da personale tecnico della E-Distribuzione e dello IACP (Istituto Autonomo Case Popolari) di Catania, ha complessivamente determinato il deferimento all’Autorità giudiziaria di 18 persone.

Nello specifico, nel quartiere di San Giorgio:

• il 42enne titolare di un autolavaggio nel quartiere San Giorgio è stato sanzionato per complessivi € 13.950,00 con contestuale chiusura della sua attività artigiana che sarebbe risultata sprovvista di autorizzazione allo scarico delle acque reflue, nonché priva diSCIA” (Segnalazione Certificata di Inizio Attività), di iscrizione provinciale all’albo delle imprese artigiane, del formulario di identificazione dei rifiuti ed anche, egli stesso, per aver avviato al lavoro personale privo del giudizio di idoneità alle mansioni e per aver impiegato un lavoratore senza la preventiva comunicazione del rapporto di lavoro;

• il 33enne titolare di un’officina meccanica per avere avviato al lavoro personale privo del giudizio di idoneità alle mansioni cui era adibito e per aver impiegato un lavoratore senza la preventiva comunicazione del rapporto di lavoro. Al titolare è stata pertanto comminata un’ammenda ed elevata una sanzione amministrativa per un totale di 4.800 euro.

Nel quartiere di Librino i militari hanno posto in essere un’articolata attività di verifica su alcuni condomini, ma anche alcune pertinenze di essi, con conseguente denuncia di 15 persone per occupazione abusiva di immobili.

È infatti emerso che due di essi hanno abusivamente occupato due immobili dello IACP di Catania mentre altre 13 persone, per proprie necessità, hanno arbitrariamente eretto opere in muratura in spazi condominiali creando garages, cantine, depositi e addirittura una sala ricreativa.

Inoltre, in tre casi, come accertato dai tecnici del gestore elettrico, l’occupante di uno degli appartamenti e gli utilizzatori di queste strutture, sono stati denunciati anche per furto aggravato per avervi realizzato un collegamento con la rete elettrica pubblica.

Nel corso del servizio, la dislocazione di vari posti di controllo per garantire l’osservanza alle norme del C.d.S. da parte degli utenti ha consentito l’identificazione di 23 persone e la verifica su 7 autoveicoli, con relative contestazioni di violazioni ai conducenti per ciò che riguarda la mancanza di copertura assicurativa, l’assenza di revisione e la guida senza patente con recidiva.

 

Condivisioni