Come avere un sorriso bianco e splendente

Come avere un sorriso bianco e splendente

Avere un sorriso bianco e splendente non è solo una questione di genetica: certamente il colore dei denti dipende molto proprio da questo, ma è possibile seguire metodi e tecniche che possono farli diventare più splendenti o mantenerli in buono stato, per non compromettere il nostro sorriso.

Come fare? Vediamo insieme quali regole seguire per ottenere il meglio dai nostri denti.


Cosa non fare

Tra gli elementi che scuriscono il sorriso c’è di certo il caffè, insieme al tè, due bevande che piacciono tanto, soprattutto al mattino nel momento della colazione. Potrete tranquillamente bere questi preparati a patto di non esagerare, non solo per le macchie che possono causare ai denti, ma anche per gli effetti sul cuore e sulla pressione sanguigna.

Per questo motivo, appena finite di bere il tè o il caffè, è opportuno lavarsi i denti con uno spazzolino medio e un dentifricio efficace che non abrada la dentina, per evitare di sensibilizzare la bocca. Va da sé che il fumo è il peggior nemico di un bel sorriso: in questo caso non basterà solo lavare bene i denti ma sarà il caso di diminuire le sigarette o smettere.

Effettuare una buona pulizia dei denti

Se volete eseguire la corretta routine di pulizia dei denti, dovrete seguire la regola del 3×3, ovvero lavarli tre volte al giorno per tre minuti. Inoltre lo spazzolino dovrà seguire il percorso dalle gengive ai denti, in modo da togliere la placca batterica, poi dovrete usare il filo interdentale e infine lo scovolino, per lo meno una volta al giorno.

Ogni sei mesi è opportuno andare dal dentista per eliminare la placca accumulata e per verificare che non ci siano carie. Non seguite metodi fai da te, come lo sbiancamento con il bicarbonato di sodio, che è realmente in grado di sbiancare ma, allo stesso tempo, può rovinare irrimediabilmente lo smalto dei denti.

Quale dentifricio usare?

Lo sapete che basterebbe usare solo lo spazzolino per pulire per bene i denti? Tuttavia il profumo e il sapore di un buon dentifricio è sicuramente un incentivo a lavarli. Dobbiamo però valutare la composizione di quello che andremo a utilizzare: quelli a base di menta o salvia, insomma di erbe, sono utili per contrastare la formazione della placca.

Quelli sbiancanti, infatti, devono essere usati con molta cautela, perché sono molto aggressivi e possono quindi agire sullo smalto, rovinandolo: meglio limitarne l’impiego e non usarne una grande quantità.

Fare lo sbiancamento dal dentista

I trattamenti a base di perossido di idrogeno o di carbammide sono utili proprio a sbiancare i denti: bastano solo pochi minuti e l’effetto è pari a ben un anno. Se, però, i danni sono molto grandi e non basta effettuare questa tipologia di trattamento, il dentista potrebbe proporre qualche soluzione alternativa, come l’applicazione di faccette dentali.

Questi elementi, detti anche veneers, sono in sostanza dei rivestimenti in ceramica, che vanno a sovrapporsi ai denti e che migliorano il risultato estetico.

Prodotti reperibili nei negozi

Se non volete ricorrere al professionista, ci sono diversi prodotti che potrete acquistare per avere denti più bianchi, come la penna sbiancante, che si compone proprio di perossido di idrogeno. In questo caso il trattamento lascerà risultati visibili per almeno un mese.

In commercio ci sono anche prodotti che possono contrastare il processo di erosione, ovvero quello che avviene durante la masticazione: prestate molta attenzione alle istruzioni quando dovete usarli, perché si tratta di prodotti molto efficaci, che potrebbero anche rovinare lo smalto dei denti.

Qualche trucco in più

Per valorizzare il proprio sorriso è possibile ricorrere a qualche stratagemma dato dal trucco: se i vostri denti sono bianchi, infatti, potrete usare un rossetto rosso per accentuarne la brillantezza.

Se, invece, i denti tendono al giallo, meglio evitare colori così accesi, ma anche altre tonalità come il nero, il viola o peggio l’albicocca. Meglio, in questo caso, usare un semplice lucidalabbra o il rosa, che non sottolineano il problema.

Puntate inoltre su tutto ciò che è luminoso o che riflette la luce, come i gloss, per concentrare maggiore splendore sul vostro sorriso.

Quale spazzolino usare?

Anche se i modelli classici non passano mai di moda e sono efficaci, se volete eliminare lo sporco e la placca con maggiore vigore, potrete orientarvi sugli spazzolini elettrici e leggere qui alcuni consigli.