Morì dopo diversi trasferimenti in ospedale, assolti 11 medici: per il gup “il fatto non costituisce reato”

Morì dopo diversi trasferimenti in ospedale, assolti 11 medici: per il gup “il fatto non costituisce reato”

BAGHERIA – Il tribunale ha assolto i medici di tre strutture ospedaliere del Palermitano. Avevano avuto in cura una donna di 45 anni di Bagheria, morta poco dopo il ricovero ed erano finiti sotto processo in abbreviato con l’accuse di omicidio colposo in concorso.

Il gup ha stabilito però che “il fatto non costituisce reato”. Gli assolti sono 11. Si tratta di Audenzio D’Angelo, 74 anni, Maria Stassi, 67 anni, e Mario Rizzo, 60 anni, all’epoca dei fatti in servizio all’ospedale Buccheri La Ferla di Palermo.

Salvatore e Maria Rosa Sanfilippo, di 55 e 53 anni, Rosaria Lo Verde, 49 anni, Francesca Mascari, 68 anni, Melania Lo Bue, 42 anni, e Ivana Basile, 44 anni, della Casa di cura Torina di Palermo.

Infine Pasquale Quartararo, 67 anni, e Paola Di Carlo, 57 anni, del Policlinico “Giaccone” di Palermo.

Il presunto caso di malasanità era stato denunciato con un esposto dai parenti della donna deceduta, Maria Pia Giammaresi di 45 anni, residente a Bagheria.

La donna morì il 7 gennaio del 2016 dopo aver peregrinato di ospedale in ospedale nella speranza di avere una diagnosi. Si scoprì alla fine che Maria Pia Giammarresi soffriva di un linfoma.

Condivisioni