Papa Francesco confessa ai gesuiti: “Sono ancora vivo. Mi volevano morto e preparavano già il Conclave”

Papa Francesco confessa ai gesuiti: “Sono ancora vivo. Mi volevano morto e preparavano già il Conclave”

VATICANO –Sono ancora vivo. Nonostante alcuni mi volessero morto“, esordisce così Papa Francesco in un colloquio privato con i gesuiti durante un viaggio in Slovacchia.

Preparavano il Conclave. Pazienza! Grazie a Dio, sto bene“, prosegue il Santo Padre in risposta a quanto affermato.


Fare quell’intervento chirurgico è stata una decisione che io non volevo prendere: è stato un infermiere a convincermi. Gli infermieri a volte capiscono la situazione più dei medici perché sono in contatto diretto con i pazienti“, prosegue Papa Francesco, secondo quanto riportato da La civiltà cattolica.

Durante il ricovero del pontefice e l’operazione al colon dovuto ai diverticoli, lo scorso 4 luglio, in occasione di una cena in Vaticano tra cardinali e vescovi già si discuteva sul da farsi individuando ipotetici successori di Bergoglio, pensando che a lui restasse poco tempo da vivere.

Così fortunatamente non è stato e Papa Francesco è tornato assolutamente in piena forma, pronto a riprendere in mano le redini del suo pontificato.

Fonte foto: Facebook – Giuseppe Conte