Lutto nel mondo del giornalismo: addio a Demetrio Volcic, storico corrispondente Rai da Mosca

Lutto nel mondo del giornalismo: addio a Demetrio Volcic, storico corrispondente Rai da Mosca

MONDO – Addio a Gorizia Demetrio Volcic, giornalista e storico corrispondente da Mosca per la Rai che si è spento all’età di 90 anni, compiuti lo scorso 22 novembre.

Proprio lui raccontò agli italiani il “mondo” oltre la Cortina di ferro. Era lui il corrispondente da Praga, Vienna, Bonn e Mosca.


Le sue condizioni di salute, negli ultimi tempi, sono peggiorate fino al decesso. Problemi alla schiena ma anche altre patologie che avrebbero decretato per lui la fine.

Volcic era nato a Lubiana da padre triestino e madre goriziana. Successivamente – durante il fascismo – la famiglia si era trasferita in Slovenia ma poi avrebbe fatto rientro in Italia anni dopo.

Fu anche direttore del Tg1, senatore – circa 20 anni fa – eletto con il centrosinistra e europarlamentare. Ma non solo: fu anche uno scrittore.

Adesso lascia la moglie e un figlio, che vive a Mosca, e una figlia che invece vive in Inghilterra.

Il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, ha commentato così la dolorosa dipartita del giornalista: “A nome dell’intera Regione Friuli Venezia Giulia esprimo grande cordoglio per la scomparsa di Demetrio Volcic. La sua morte rappresenta una grave perdita per la nostra Regione e l’intero Paese, sia sotto il profilo umano sia professionale”.

Uomo di grande spessore culturale e professionale, Volcic nel suo ruolo di giornalista, e in particolare di inviato della Rai all’estero, ha saputo raccontare quanto accadeva oltre che nelle capitali europee anche nell’allora Unione sovietica e i cambiamenti.