Esplosione in impianto chimico Bayer, si aggrava il bilancio: un morto e 16 persone ferite

Esplosione in impianto chimico Bayer, si aggrava il bilancio: un morto e 16 persone ferite

GERMANIA – Si aggrava il bilancio della grande esplosione che si è verificata stamattina in un impianto chimico della Bayer a Leverkusen, in Nordreno Vestfalia, nella parte ovest della Germania.

In base a quanto riferito dall’emittente Wdr, si conterebbero una persona morta e 16 feriti, di cui 4 in gravi condizioni. Il soggetto deceduto sarebbe uno dei 5 dipendenti che erano stati dichiarati dispersi subito dopo lo scoppio.


Secondo le prime informazioni diffuse dai media locali, la deflagrazione si sarebbe verificata in impianto di incenerimento di rifiuti pericolosi nel quartiere di Buerrig. Le cause dell’esplosione, al momento, sono ancora da determinare.

La polizia di Colonia tramite messaggi costanti pubblicati Twitter invita la popolazione a lasciare libere le vie d’accesso all’impianto e la Protezione civile tedesca ha già classificato l’evento come “altamente pericoloso“.

In un altro messaggio su Twitter, i vigili del fuoco hanno specificato che attualmente non vige “nessuna minaccia per l’area della città di Colonia: misurazioni dell’aria da parte delle unità di protezione ambientale nel nord di Colonia hanno dimostrato che attualmente non vi è alcun pericolo per la popolazione di Colonia. Le misurazioni continuano. Seguono ulteriori informazioni“.

Fonte foto: Twitter – Feuerwehr Köln