Pasqua nel mondo, tra cultura e tradizioni: quali sono le usanze più diffuse

Pasqua nel mondo, tra cultura e tradizioni: quali sono le usanze più diffuse

MONDO – La Pasqua è una delle ricorrenze cristiane più attese e celebrate nel mondo. Tuttavia, le usanze non sono le stesse in tutti i Paesi, ma si differenziano tra loro presentando sfumature diverse in base alle tradizioni del luogo.

In alcuni Stati, infatti, si svolgono delle tipiche processioni che hanno l’obiettivo di celebrare Cristo risorto, mentre in altri non è il carattere religioso della Pasqua a rappresentarne la vera essenza.


In Italia – oltre a essere la festa cristiana che celebra la Resurrezione di Cristo – la Pasqua coincide con il risveglio della primavera ed è considerata anche un momento di aggregazione familiare. In occasione della domenica di Pasqua, infatti, viene organizzato un pranzo da trascorrere serenamente in famiglia, in cui solitamente si predilige il piatto pasquale per eccellenza: l’agnello.

Per quanto riguarda i dolci, invece, non si può fare a meno della colomba pasquale e delle uova di cioccolato, la cui apertura rappresenta soprattutto per i più piccoli, ma non solo, uno dei momenti più attesi della giornata.

Se per gli italiani la Pasqua rappresenta quindi anche un piacevole modo per trascorrere del tempo con i propri familiari, vediamo quali sono invece le tradizioni pasquali più diffuse nei diversi Paesi del mondo.

Francia

In base alla tradizione cattolica, nelle città francesi le campane restano silenziose dal Venerdì Santo fino alla domenica di Pasqua, in segno di rispetto e di lutto per la Passione di Cristo. Ai bimbi, tra l’altro, vengono raccontati dei curiosi aneddoti in grado di catturare la loro attenzione.

I più piccini infatti credono – in base a quanto gli viene detto – che nei giorni precedenti alle festività pasquali le campane siano volate a Roma, infatti molti di loro la mattina della domenica di Pasqua corrono alla finestra per vedere le campane fare ritorno.

Inghilterra

Durante il periodo pasquale, in Inghilterra ricorrono delle usanze ben precise: a Londra, infatti, il Giovedì Santo è interamente dedicato ad azioni caritative, mentre il Venerdì Santo è la giornata dedicata ai dolci tradizionali.

Secondo una leggenda sopravvissuta al trascorrere dei decenni, una donna non si arrendeva all’idea di aver perso il figlio marinaio che era deceduto in mare. Pertanto continuò a preparare per lui ogni anno i classici Hot-cross-buns, dolci che – conditi con cannella e uvetta – presentano una forma a croce, in riferimento alla passione di Cristo.

Germania

I tedeschi sono soliti abbellire le loro abitazioni in occasione della Settimana Santa, infatti spesso vengono addobbati dei rami secchi con uova, sagome di coniglietti, fiori, decorazioni floreali e colorate. Una delle peculiarità indiscusse è la partecipazione dei bimbi a una caccia alle uova, organizzata dai genitori la mattina della domenica pasquale.

Nel nord della Germania è molto diffusa invece l’usanza dei fuochi di Pasqua, accesi con mezzi del tutto naturali. Dal punto di vista culinario il pranzo pasquale è rigorosamente a base di agnello e anche il dolce tradizionale assume la forma di agnello.

Olanda

Gli olandesi considerano la Pasqua come un’occasione per celebrare l’arrivo della primavera, infatti appendono alla porta di casa una corona decorata. Anche in Olanda i genitori nascondono le uova di Pasqua per regalare momenti di svago e divertimento ai più piccoli. Si è soliti inoltre appendere uova decorate in giardino oppure dentro casa. Ritornando all’ambito culinario il tipico dolce pasquale in Olanda è il Paasbrod, un pane dolce a base di uvetta.

Spagna

La festività pasquale rappresenta in Spagna una delle ricorrenze più significative. Solitamente viene celebrata attraverso processioni che si svolgono in molte città del Paese. Un ruolo particolarmente speciale per gli spagnoli è ricoperto dalla Domenica delle Palme, considerata il momento di maggiore rilevanza delle celebrazioni pasquali.

Le palme infatti vengono portate in chiesa per ricevere la benedizione e successivamente appese alle porte e alle finestre di casa in segno di buon augurio. Il dolce tipico pasquale catalano è la “mona”, decorata con uova di cioccolato. Solitamente viene regalata dal padrino di battesimo al figlioccio.

Svezia

In occasione della Domenica delle Palme vengono benedetti in Svezia i rami di pioppo bianco e di betulla. Durante la Settimana Santa i bambini andrebbero in giro per le strade vestiti da streghe ricordando che Cristo, una volta risorto, le ha cacciate ristabilendo un clima di serenità. Una delle usanze più radicate sarebbe quella di decorare uova sode da mangiare durante il pranzo di Pasqua.

Stati Uniti

In America prevalgono tradizioni molto particolari che prevedono sfilate in stile carnevalesco, bande musicali e abiti bizzarri. Le uova vengono prima decorate e poi nascoste dal cosiddetto coniglietto di Pasqua per organizzare divertenti cacce al tesoro.

Grecia

In Grecia nella notte di Pasqua si suonano le campane che rappresentano un invito a recarsi in chiesa, appositamente tenuta al buio. I fedeli infatti portano con sé una candela che accenderanno per poi riportarla a casa. Uno dei piatti tipici è la “Maghiritsa”, una zuppa fatta con le interiora dell’agnello.

Fonte foto Pixabay