Viola gli obblighi e commette falsità ideologica in atto pubblico: aggravate le misure per Filippo Torre

Viola gli obblighi e commette falsità ideologica in atto pubblico: aggravate le misure per Filippo Torre

BARCELLONA POZZO DI GOTTA – Nel pomeriggio di ieri, i poliziotti del commissariato di pubblica sicurezza di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) hanno arrestato, in attuazione dell’ordinanza di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emessa dalla locale Procura della Repubblica diretta e coordinata dal procuratore capo dottore Emanuele Crescenti, Filippo Torre barcellonese di 53 anni.


Il provvedimento, scaturito da un’ordinanza del Tribunale di Sorveglianza di Messina con cui è stata rigettata la richiesta dell’affidamento in prova ai servizi sociali, ha sostituito, aggravandola, la misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno.


Una misura, quest’ultima, già applicata all’uomo.

Il 53enne, pertanto, già condannato per avere violato gli obblighi imposti e le prescrizioni impartitegli dalla misura a cui era sottoposto e per essersi, inoltre, reso responsabile del reato di falsità ideologica commessa in atto pubblico, reati consumati consumati rispettivamente nel 2015 e nel 2010, dovrà espiare la pena della reclusione a un anno e 3 mesi.