Tragico incidente sul lavoro al viadotto Ritiro, operaio muore travolto da una barriera: inutili i soccorsi

Tragico incidente sul lavoro al viadotto Ritiro, operaio muore travolto da una barriera: inutili i soccorsi

MESSINA – Ennesimo incidente mortale sul lavoro in Sicilia, nel tardo pomeriggio di oggi, durante alcuni lavori in un cantiere autostradale nei pressi del viadotto Ritiro, lungo la tangenziale peloritana della A20 Palermo-Messina.

A perdere la vita è stato un operaio 50enne, deceduto dopo essere rimasto schiacciato da una barriera new jersey di cemento che stava caricando su un autoarticolato. Per circostanze ancora da comprendere, la barriera sarebbe caduta travolgendo fatalmente l’uomo.


Nonostante i soccorsi, per l’operaio non ci sarebbe stato nulla da fare. Sul posto, oltre ai sanitari del 118, si sono presentati anche gli agenti della polizia e i carabinieri. In base a una nota diffusa in serata da Autostrade Siciliane, pare che i lavori in corso non avessero nulla a che fare con la costruzione del viadotto.

Immediato il cordoglio da parte della governance di Autostrade Siciliane, composta dal presidente avv. Francesco Restuccia, dalla vicepresidente avv. Chiara Sterrantino, dal consigliere arch. Sergio Gruttadauria e dal direttore generale ing. Salvatore Minaldi.

Alla notizia della tragedia ci siamo precipitati sul posto. Al momento le dinamiche del sinistro sono in fase di accertamento e rimaniamo in stretto contatto” con la società “che si è messa immediatamente a disposizione delle autorità competenti“.

A nome nostro e di tutto il personale di Autostrade Siciliane esprimiamo il più sentito cordoglio ai familiari ed a tutti i cari della vittima del terribile incidente“, conclude Autostrade Siciliane.

Immagine di repertorio