Tragedia di Caronia, si ipotizza il suicidio di Viviana: Gioele potrebbe essere stato soffocato

Tragedia di Caronia, si ipotizza il suicidio di Viviana: Gioele potrebbe essere stato soffocato

CARONIA – Riflettori ancora puntati sula morte della dj 43enne Viviana Parisi e del figlio Gioele di soli 4 anni. Sono trascorsi mesi dall’incidente e dalla successiva scomparsa avvenuti lo scorso 3 agosto. Mese in cui il corpo della donna è stato ritrovato l’8 e quello del bimbo il 19.

Il tempo scorre ma la situazione di dubbio rimane e arriva un aggiornamento in merito. Adesso si esclude la pista di un’ipotetica aggressione da parte di animali, così come viene meno l’ipotesi di un omicidio.


Come riportato in un articolo del Corriere della Sera, secondo il procuratore Angelo Cavallo, che ha personalmente seguito l’intera vicenda, sarebbe molto più attendibile credere che Gioele sia stato soffocato.

Una tesi che troverebbe spiegazione nel fatto che i vestiti del bimbo non avrebbero riportato tracce di sangue. Dunque, al momento, l’ipotesi più accreditata sarebbe quella di un suicidio, probabilmente consumatosi proprio su quel famoso traliccio. Per quanto concerne invece la tragica fine del bambino, come spiegato dal medico legale Elvira Ventura, che peraltro ha eseguito l’autopsia, è difficile ottenere maggiori dettagli poiché sono stati ritrovati solo dei resti scheletrici.

Intanto, rimangono ancora dei tasselli da aggiungere. Nello specifico dovrebbero essere ancora eseguite delle analisi, tra cui quella tossicologica per capire se Viviana possa aver assunto o meno dei farmaci.

Fonte foto: Facebook