Succede a Messina e provincia: 25 settembre POMERIGGIO

Succede a Messina e provincia: 25 settembre POMERIGGIO

MESSINA – Le operazioni condotte dai carabinieri a Messina e provincia:


  • i carabinieri della sezione Radiomobile della compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto hanno arrestato il 24enne K.Y., cittadino marocchino, già noto alle forze dell’ordine, ritenuto responsabile del reato di evasione. Nel corso di un servizio di controllo nei confronti di soggetti sottoposti a misure restrittive della libertà personale, i militari non hanno trovato il giovane nella propria abitazione dove era stato ristretto agli arresti domiciliari per il reato di furto. Sono pertanto scattate le immediate ricerche che hanno consentito ai militari dell’Arma di rintracciare il giovane per le vie del centro abitato di Barcellona Pozzo di Gotto. Pertanto il 24enne K.Y. è stato arrestato in quanto ritenuto responsabile del reato di evasione dagli arresti domiciliari cui era sottoposto. Al termine delle formalità di rito, su disposizione del sostituto procuratore della procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, l’arrestato è stato trasferito nelle propria abitazione in regime di arresti domiciliari. Nella mattinata odierna, l’autorità giudiziaria ha disposto per il 24enne la misura degli arresti domiciliari;

 


  • i carabinieri della compagnia di Milazzo hanno arrestato il 44enne S.S., già noto alle forze dell’ordine, ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso di un servizio di controllo del territorio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, i carabinieri della Stazione di Stromboli, insospettiti dall’atteggiamento dell’uomo mentre camminava lungo una via dell’isola, hanno effettuato una perquisizione personale che ha consentito di trovare al 44enne una dose di marijuana. La perquisizione, pertanto, è stata estesa anche all’abitazione dell’uomo dove sono state rinvenute 4 buste contenenti complessivamente 175 grammi di marijuana, occultati nella camera da letto e 5 piante di cannabis indica in fase di essiccazione ritrovate all’interno di un magazzino, adiacente al domicilio e in uso al 44enne, dove i carabinieri hanno scoperto una serra costruita artigianalmente, allestita con un impianto di illuminazione e ventilazione. Pertanto, l’uomo è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e la sostanza stupefacente, sottoposta a sequestro, è stata inviata al Reparto Investigazioni Scientifiche per le analisi di rito.