Si butta in mare e non riemerge più: morto nelle acque delle Eolie

Si butta in mare e non riemerge più: morto nelle acque delle Eolie

LIPARI – Un sub è morto nel tratto di mare tra Vulcano e Lipari. La vittima è un 35enne, originario di Nicosia ma residente a Troina.

L’uomo aveva raggiunto da Milazzo le isole Eolie, insieme a due amici. In base a una prima ricostruzione, sembra che il 35enne abbia deciso di immergersi per una battuta di pesca in apnea, come era solito fare.


A dare l’allarme sono stati i due amici che, non vedendo il giovane riemergere, hanno iniziato a cercarlo, ritrovandolo a pelo d’acqua a un centinaio di metri più avanti rispetto al punto in cui era avvenuta l’immersione.

Al momento del ritrovamento, il sub era ancora in vita ma in gravissime condizioni.

Con l’aiuto di un pescatore, è stato portato al porto di Vulcano-Levante dopo è stato accolto dal medico e dai volontari della Croce Rossa. Per il giovane non c’è stato nulla da fare: ogni tentativo di rianimarlo si è rivelato vano.

I carabinieri hanno disposto il trasferimento della salma nell’obitorio del cimitero di Lipari, in attesa di un’eventuale autopsia.

Foto di repertorio