Infarto dopo il tennis, così a 49 anni è morto il notaio Francesco Paderni

Infarto dopo il tennis, così a 49 anni è morto il notaio Francesco Paderni

MESSINA – Non ce l’ha fatta il cuore di Francesco Paderni, 49 anni, apprezzato notaio messinese che esercitava in Calabria, a Locri.

Un infarto lo ha colpito ieri sera nella sua villa di Ganzirri dopo essere tornato dal “Tennis club” dove aveva giocato per due ore.


Quando si è sentito male, i familiari (in casa c’erano la moglie e una delle due figlie) hanno allertato subito i soccorsi. Purtroppo l’ambulanza pare ci abbia messo non meno di 50 minuti per arrivare. Sembrerebbe che respirasse ancora quando i sanitari sono finalmente giunti sul posto a tentare invano di rianimarlo. Farmaci e massaggio cardiaco non sono bastati.

Francesco Paderni (nipote dell’omonimo e conosciuto notaio) era sposato e aveva due figlie di 19 e 16 anni. Era un grande professionista e una persona amabile. Uno sportivo soprattutto, appassionato di tennis e non solo.

La tragica notizia si è diffusa ieri in tarda serata tra gli amici e gli appassionati del Circolo del Tennis e Vela dove Francesco giocava spesso. Una tragedia che ha lasciato tutti attoniti.

Fonte foto StrettoWeb