Colleghi di Università e conviventi: così Antonio De Pace avrebbe ucciso Lorena Quaranta

Colleghi di Università e conviventi: così Antonio De Pace avrebbe ucciso Lorena Quaranta

Colleghi di Università e conviventi: così Antonio De Pace avrebbe ucciso Lorena Quaranta

FURCI SICULO – Emergono ancora nuovi dettagli sull’omicidio che si è consumato questa mattina alle luci dell’alba in un condominio di via delle Mimose a Furci Siculo.


La vittima sarebbe Lorena Quaranta, giovane studentessa di medicina originaria di Favara, in provincia di Agrigento. La ragazza sarebbe stata uccisa dal compagno e convivente Antonio De Pace, di Vibo Valentia, anche lui studente e collega.


Pare che il ragazzo, per cause ancora sconosciute, abbia strangolato la fidanzata per poi tentare di togliersi la vita. De Pace sarebbe stato portato al Policlinico a seguito delle ferite di arma da taglio che si sarebbe auto inferto. A chiamare i militari sarebbe stato lo stesso giovane che avrebbe compiuto il brutale gesto, denunciando quanto aveva appena fatto.

Pare che alla base dell’omicidio ci sia una lite, ma non è chiaro se la ragazza fosse già stata vittima di percosse o atti violenti da parte del fidanzato.

La Procura di Messina ha aperto un’inchiesta, ma stando a una prima ricostruzione, pare che il giovane abbia già confessato. Sul posto i carabinieri di Santa Teresa di Riva e di Taormina e il medico legale.

Fonte immagine Facebook