Cede impalcatura esterna di un palazzo, operaio precipita dal sesto piano

Cede impalcatura esterna di un palazzo, operaio precipita dal sesto piano

MESSINA – Ancora un morto sul lavoro in Sicilia, ancora per una caduta dall’alto. Dopo Giuseppe Todaro, operaio di 25 anni morto martedì 17 aprile ad Agrigento e precipitato da un ponte mentre lavorava alla manutenzione di un ripetitore telefonico, e dopo Emanuele Di Paola, operaio di 69 anni caduto da un’altezza di 8 metri il 19 aprile a Palermo, oggi è toccato ad un operaio di Messina.

Stava lavorando al sesto piano di uno degli edifici che compongono il complesso Linea Verde, sulla Panoramica dello Stretto quando, improvvisamente, intorno alle 10,30, parte dell’impalcatura sulla quale si trovava è precipitata nel vuoto, trascinandolo giù. Il volo di sei piani non avrebbe lasciato scampo all’uomo.


Sul posto sono intervenuti i carabinieri, una volante della polizia e anche una ambulanza del 118, ma per l’operaio non c’era nulla da fare. È morto sul colpo. Le sue generalità non si conoscono ancora. Allo stesso modo si indaga sulle modalità di questo ennesimo incidente sul lavoro che è costato la vita ad un altro padre di famiglia, mentre stava svolgendo il suo dovere.

Immagine di repertorio