Controlli a tutto spiano tra Taormina e Giardini, sanzionate attività irregolari e giovani alla guida in stato di ebbrezza

Controlli a tutto spiano tra Taormina e Giardini, sanzionate attività irregolari e giovani alla guida in stato di ebbrezza

TAORMINA – Nel corso dell’ultimo weekend, i carabinieri della Compagnia di Taormina (ME), con il supporto dei Reparti speciali del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Catania, del Nucleo Ispettorato Lavoro di Messina e dei militari della Compagnia d’intervento Operativo del 12° Reggimento Sicilia, hanno intensificato i controlli nelle aree balneari di Taormina e Giardini Naxos, anche per la prevenzione e il contrasto dei reati connessi con la movida estiva e per limitare gli assembramenti nel rispetto della normativa anti-Covid.

Nel corso dei servizi, i militari hanno effettuato numerose verifiche ispettive a locali pubblici, all’esito delle quali hanno sottoposto alla sospensione temporanea di tre giorni un esercizio pubblico di Giardini Naxos per violazioni delle norme sanitarie e della tutela del lavoro, comminando, a carico del titolare, sanzioni per l’ammontare complessivo di 10mila euro.


In particolare è stata accertata la presenza un lavoratore in nero e la mancata tracciabilità di oltre 5 kg alimenti ittici, carnei e altro. Inoltre, durante il servizio in cui sono state controllate più di 20 autovetture e oltre 50 persone, un giovane di 22 anni e un 33enne sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza.

I due, di ritorno da una serata trascorsa a Giardini Naxos, sono stati fermati e sottoposti a controllo con l’etilometro che ha registrato un tasso alcolico nel sangue superiore a quello consentito. Pertanto, sono stati deferiti in stato di libertà con il conseguente ritiro della patente di guida.

Infine, tre donne cinesi sono state segnalate alle competenti autorità poiché sorprese sulla spiaggia di Isola Bella mentre praticavano massaggi senza alcuna abilitazione ed in violazione alle disposizioni per il contenimento del Covid-19.