Giornata internazionale dello sport, dall’uguaglianza al valore della pace: l’esempio che diventa storia

Giornata internazionale dello sport, dall’uguaglianza al valore della pace: l’esempio che diventa storia

ITALIA – Il 6 aprile è la Giornata internazionale dello sport per lo sviluppo e la pace. Questa data scelta dall’ONU ricorda l’inaugurazione dei primi giochi olimpici ad Atene nel 1896.

Celebrare questa giornata in un momento storico come quello attuale è di fondamentale importanza. Lo sport, infatti, favorisce il rispetto dei diritti umani attraverso il dialogo, diventando veicolo di pace e legame tra gli individui appartenenti a popolazioni diverse e con diversità.


Tra i grandi obbiettivi raggiunti attraverso lo sport vi è l’inclusione delle persone con disabilità. I giochi paraolimpici sono l’equivalente dei giochi olimpici per le persone normodotate. i primi sono stati istituiti nel 1960 a Roma: gli atleti gareggiano nelle proprie discipline individuali o di squadra per conquistare medaglie e dare il meglio per il proprio paese.

Nel corso delle paraolimpiadi è possibile vedere all’interno dei luoghi in cui si svolgono le gare carrozzine, cani guida e attrezzature specifiche che consentono agli atleti di affrontare le diverse attività. Inoltre, è possibile osservare all’interno dei palazzetti le tribune piene di spettatori e ciò evidenzia come lo sport promuova l’inclusione e l’abbattimento delle barriere fisiche e mentali.

In una società in cui la diversità fa paura e in cui si alzano muri è necessario creare ponti attraverso lo sport e tutte le attività che promuovono coesione e collaborazione.

Durante le Olimpiadi del 1936 a Berlino, nel pieno del regime nazista caratterizzato da una forte discriminazione raziale, nel corso delle qualificazioni per la finale del salto in lungo, Luz Long osservando l’atleta afroamericano Jesse Owens, dopo due tentativi falliti decise in maniera del tutto sportiva di incoraggiare il suo avversario, consigliandogli di saltare alcuni centimetri prima della pedana di battuta.

Owens prendendo in considerazione i suggerimenti del tedesco riuscì a qualificarsi e ad aggiudicarsi l’oro nella gara del pomeriggio. Questo gesto quasi del tutto inaspettato può essere considerato un importante simbolo di collaborazione e coesione, in un contesto sociale in cui l’inclusione subiva pesanti pressioni da parte del regime.

Il 6 aprile si celebra quindi la giornata dello sport per lo sviluppo e la pace con l’obiettivo di promuovere gli ideali di fraternità, condivisione, lealtà e spirito di squadra necessari all’interno di tutti i contesti sportivi e sociali.

Immagine di repertorio