DAZN, dietrofront sull’eliminazione della doppia utenza

DAZN, dietrofront sull’eliminazione della doppia utenza

ITALIA – Dazn cerca di limitare i danni, almeno per la stagione corrente. La resa dei conti è solo rimandata, probabilmente a fine stagione in vista della campagna per il campionato 2022/23.

Dopo il polverone degli scorsi giorni, la piattaforma ha emesso un comunicato sull’argomento fonte di numerosi alterchi: “In riferimento a quanto riportato nei giorni scorsi da diversi organi di informazione, DAZN desidera precisare la sua posizione relativamente all’utilizzo dell’account legato al proprio abbonamento. Inoltre, la password per accedere al Servizio DAZN, deve essere mantenuta al sicuro, i codici di accesso non devono essere condivisi con nessuno o essere in altro modo resi accessibili ad altri.


E ancora: “L’abbonamento dà diritto all’utilizzo del Servizio DAZN su un massimo di due dispositivi contemporaneamente. L’utente accetta che i dati di login siano unici per lo stesso e non possano essere condivisi con altre persone“.

In tale contesto abbiamo consentito la visione su due dispositivi, in maniera contemporanea, attraverso lo stesso abbonamento, per offrire un’esperienza personale più ricca all’interno di un unico contesto domestico. Fin dall’inizio del campionato di calcio di Serie A abbiamo constatato un considerevole incremento di comportamenti scorretti che non può essere ignorato. Tuttavia, nel rispetto di coloro che usano in modo corretto la condivisione e con l’obiettivo di tutelare l’interesse dei nostri abbonati, nessun cambio verrà introdotto nella stagione in corso“.

Fonte foto Adnkronos