Voleva difendere la fidanzata da una rapina: morto Luca Sacchi, ferito da un colpo di pistola alla testa

Voleva difendere la fidanzata da una rapina: morto Luca Sacchi, ferito da un colpo di pistola alla testa

Lutto a Roma. Il giovane Luca Sacchi è deceduto, dopo essere stato raggiunto alla testa da un colpo di pistola, nel tentativo di difendere la fidanzata da una rapina.


Il fatto è avvenuto ieri sera intorno alle 23 all’angolo tra via Teodoro Mommsen e via Bartoloni, in zona Caffarella. Luca, personal trainer di professione, che avrebbe compiuto 25 anni a febbraio, secondo una prima ricostruzione dei fatti, avrebbe reagito ai malviventi, che avrebbero sorpreso alle spalle la coppia per rubare uno zainetto alla ragazza. Armati, i delinquenti hanno sparato, centrandolo alla testa e spaccando una vetrata del pub dove i ragazzi si stavano dirigendo per trascorrere una serena serata.


Intervenuto il personale sanitario del 118, dopo le primissime cure, hanno trasportato le due vittime all’ospedale San Giovanni: dopo un intervento d’urgenza, Luca, purtroppo non ce l’ha fatta.

Nelle mani degli investigatori i filmati delle telecamere di videosorveglianza della zona, per determinare l’esatta dinamica e individuare i responsabili del crimine.

Grande generosità da parte dei genitori del 25enne, che hanno dato l’assenso alla donazione degli organi, nel caso in cui verrà determinata l’idoneità all’eventuale prelievo