Immacolata Concezione: l’8 dicembre non solo alberi e addobbi, ma anche una festività religiosa

Immacolata Concezione: l’8 dicembre non solo alberi e addobbi, ma anche una festività religiosa

ITALIA – Ogni anno l’8 dicembre si festeggia l’Immacolata Concezione, un giorno in cui molti per tradizione addobbano il proprio albero di Natale e fanno il presepe.

Ma cosa si festeggia in questo giorno? E come mai è stata scelta proprio questa data?


Questa festività ha radici molto antiche, infatti già veniva festeggiata in Oriente nel IV secolo. La sua apparizione nel nostro calendario è avvenuta, invece, l’8 dicembre del 1854, quando è stato proclamato il dogma da papa Pio IX con la sua bolla “Ineffabilis Deus”.

Da quel giorno, ogni 8 di dicembre si festeggia l’Immacolata Concezione, ovvero la nascita di Maria, madre di Gesù, che è stata concepita pura e senza peccato dal grembo di Sant’Anna. Da qui infatti Immacolata Concezione che vuol dire “concepita senza macchie”.

Infatti, come si legge sulla bolla di Pio IX “la beatissima Vergine Maria fu preservata, per particolare grazia e privilegio di Dio onnipotente, in previsione dei meriti di Gesù Cristo Salvatore del genere umano, immune da ogni macchia di peccato originale fin dal primo istante del suo concepimento e ciò deve pertanto essere oggetto di fede certa ed immutabile per tutti i fedeli”.

A conferma inoltre del dogma, viene citato dalla Chiesa cattolica ciò che è avvenuto a Lourdes nel 1858, quando la 14enne Bernadette Soubirous riferì al suo parroco di aver visto in una grotta una “piccola signora giovane” che, alzando gli occhi al cielo e unendo le mani in segno di preghiera, le avrebbe detto “Io sono l’Immacolata Concezione”.

Ogni anno l’8 di dicembre, come da tradizione, il Papa fa visita al monumento dell’Immacolata, in piazza di Spagna a Roma.

Foto di repertorio