Crescita dei contagi in Italia, l’allarme di Roberto Burioni: “Le cose cominciano a mettersi peggio, dipende tutto da noi”

Crescita dei contagi in Italia, l’allarme di Roberto Burioni: “Le cose cominciano a mettersi peggio, dipende tutto da noi”

Solo oggi sono 2.548 contagi in più in Italia e la situazione preoccupa alquanto tanto da far pensare ad una seconda ondata rispetto a quella già vissuta lo scorso marzo e mesi seguenti.


Il virologo Roberto Burioni lancia un appello su Twitter: “Le cose cominciano a mettersi peggio. Vi prego, state attenti, mantenete le distanze, portate le mascherine, evitate luoghi affollati al chiuso, lavatevi le mani”.


E poi continua: “Il virus è lì fuori, infettivo e nocivo come la scorsa primavera. Dipende tutto da noi“.

Potrebbe trattarsi di un effetto della riapertura delle scuole, dove c’è stato – soprattutto in Sicilia – un boom di contagi. Ora più che mai occorre rispettare le regole e mantenere alta l’allerta, per la saluta nostra e di chi ci circonda.