Bonus condizionatori rinnovato per un altro anno: chi può usufruirne e come?

Bonus condizionatori rinnovato per un altro anno: chi può usufruirne e come?

ITALIA – Come ogni anno in questo periodo di primi caldi, cresce la richiesta di condizionatori. Ancora una volta, dunque, sarà possibile sfruttare il bonus apposito. L’incentivo, confermato dalla Legge di Bilancio di quest’anno, consente di ottenere una detrazione fiscale che va dal 50 al 65%, a seconda che si ricorra a Bonus ristrutturazione e Bonus Mobili (al 50%) o all’Ecobonus (al 65%).

Come si ottiene il Bonus condizionatori

Il bonus condizionatori si può ottenere come sconto diretto al momento dell’acquisto del dispositivo oppure attraverso la dichiarazione dei redditi. Occorrerà documentare le spese sostenute per i lavori che danno diritto alla detrazione e l’aumento dell’efficientamento energetico dell’edificio. Non viene richiesto Isee per cui chiunque ha diritto alla detrazione.


Bonus condizionatori del 50%

Il bonus condizionatori del 50% spetta a sta facendo lavori in casa e sta beneficiando del bonus ristrutturazioni del 50%. Grazie a questi ultimi interventi si avrà diritto alla stessa percentuale di detrazione fiscale sull’acquisto del condizionatore.

I lavori, però, devono essere iniziati dopo il 1° gennaio dell’anno precedente a quello in cui si acquista il dispositivo. Il bonus è fruibile anche quando si sceglie la cessione del credito o lo sconto in fattura come alternativa alla classica detrazione sui lavori di ristrutturazione o di manutenzione straordinaria.

Bonus condizionatori del 65%

Il bonus condizionatori del 65% spetta a chi sta usufruendo dell’Ecobonus per lavori di riqualificazione energetica di un immobile. La detrazione fiscale per l’acquisto di un nuovo condizionatore sale al 65% se si acquista con pompa di calore ad alta efficienza, per un importo massimo detraibile pari a 46.154 euro in dieci quote annuali.

La detrazione del 65% può essere richiesta solamente da chi inizia l’intervento di ristrutturazione edilizia dal 1° gennaio dell’anno precedente a quello dell’acquisto del condizionatore.

Immagine di repertorio