Bonus cinema, biglietti “dimezzati” per tornare a riempire le sale: come ottenerlo

Bonus cinema, biglietti “dimezzati” per tornare a riempire le sale: come ottenerlo

ITALIA – Una mossa per far tornare in auge il fascino del cinema tramite il ritorno degli “ex spettatori“, da tempo grandi sostenitori delle piattaforme a pagamento messe a disposizione dalla rete Internet come Netflix, Disney Plus+ e Amazon Prime Video?

Le frequenti sale semivuote non rispecchiano la cultura storica italiana della pellicola cinematografica, che da sempre ha riscontrato consensi positivi tra la gente per trascorrere del tempo libero con la famiglia o con gli amici.


Incentivare il prossimo a riempire le sale ormai deserte dei cinema italiani potrebbe essere garantito dall’inserimento di uno sconto. Uno sconto valido solo se si ha lo Spid.

Potrebbe essere il momento giusto per l’inserimento di questa novità dato l’avvento del periodo natalizio.

IN COSA CONSISTE IL BONUS CINEMA

È il nuovo bonus cinema annunciato dal ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano. Pronto uno stanziamento da 10 milioni di euro per riportare le persone nelle sale.

Come? Facendo ottenere uno sconto sul biglietto: riduzione prevista tra i 3 e i 4 euro.

Lo stanziamento era già disponibile, bisognava darne esecuzione. I 10 milioni erano stati infatti stanziati dal precedente ministro Franceschini nel decreto del 17 maggio 2022, convertito poi in legge il 15 luglio.

Lo sconto sul prezzo del biglietto sarà applicato direttamente al botteghino del cinema. Ma la riduzione sarà valida solo per coloro che sono in possesso dello Spid.

Si potrà andare al cinema – ha detto Sangiulianousufruendo di uno sconto di 3-4 euro tramite lo Spid, da parte di tutti e fino a quando non si esaurirà lo stanziamento di 10 milioni di euro“.

COME OTTENERE LO SCONTO

Chi è in possesso di Spid per usufruire del bonus dovrà generare un coupon, di durata limitata, sotto forma di Qr Code. Questo coupon va presentato in biglietteria per ottenere lo sconto.

Le sale cinematografiche sono già dotate delle tecnologie necessarie per gestire il meccanismo così strutturato.

Per ciascun tagliando staccato in tre mesi, a un prezzo non superiore a un determinato importo, che oscilla tra i 6 e i 7 euro, lo Stato riconosce un contributo all’esercente pari a 3 euro.

Il prezzo finale del biglietto richiesto allo spettatore sarà quindi non superiore ai 4 euro.

Fonte foto circuitocinema.com