Meme Pasqua 2021, le vignette più divertenti per un’altra ricorrenza “ristretta”: dalla politica alla religione

Meme Pasqua 2021, le vignette più divertenti per un’altra ricorrenza “ristretta”: dalla politica alla religione

ITALIA – E anche quest’anno Pasqua e Pasquetta si festeggiano nel segno del Covid e delle restrizioni. Gli italiani hanno già avuto modo di affrontare le due ricorrenze primaverili in pieno lockdown appena 365 giorni fa, quando si sperava ancora in un ritorno alla normalità a partire già dall’estate 2020. Un anno dopo, la tanto agognata normalità sembra ancora un traguardo lontano, da ottenere continuando a rispettare le restrizioni, e un altro lockdown (in una forma leggermente più soft rispetto al precedente) blocca le grandi riunioni in famiglia e le classiche scampagnate di Pasquetta. Durante la Pasqua e la Pasquetta dell’anno 2021 la zona rossa nazionale costringe gli italiani a stare chiusi in casa. Si potrà uscire (tralasciando i motivi di necessità, salute e lavoro) solo per andare a fare visita ad amici o parenti una sola volta al giorno per un massimo di due persone adulte (eventualmente accompagnate da minori di 14 anni o persone non autosufficienti) e, comunque, si dovrà stare chiusi in un’altra abitazione facendo sempre attenzione a rispettare gli orari imposti dal coprifuoco. Bloccati un’altra volta i viaggi da regione a regione. Un Natale 2.0 insomma, che potrebbe gettare nello sconforto soprattutto coloro i quali non potranno ricongiungersi con i propri cari. Un modo veloce e creativo per cercare di allentare lo stress e la nostalgia che le misure di contenimento portano alla gente risiede nel web e nei meme più divertenti creati dagli utenti in occasione della Pasqua 2021. Un po’ di ironia può sempre far strappare un sorriso, nella speranza sempre che questi ennesimi sacrifici riescano a liberarci al più presto da questo “mostro” che sta condizionando la nostra esistenza.

Per questo, per riderci un po’ su e cercando di non pensare a ciò che al momento la pandemia ha tolto a ognuno di noi, può essere un toccasana godersi le vignette più esilaranti create in occasione delle festività pasquali. Si tratta di meme che fanno della satira un po’ su tutto: dalla vita di tutti i giorni alla religione, passando per l’immancabile satira politica. Nel mondo del web, di meme, ce n’è per tutti i gusti e per tutte le età.


Vincenzo De Luca e il lockdown

Il Governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, è stato sicuramente uno dei personaggi più seguiti, discussi, amati\odiati, in voga e mira di satira durante questo anno di Coronavirus. A prescindere dai colori e dalle idee politiche, è innegabile che De Luca abbia messo in piedi una strategia comunicativa d’attacco, quasi comica in alcuni frangenti, di assoluta intransigenza contro chi non rispetta le regole anti Covid e condita di battute pungenti che, accompagnate dal suo tono di voce perentorio e a dire il vero un po’ “schifato”, hanno portato alla ribalta più il personaggio che il politico. Come dimenticare il paragone con “Bunny il coniglietto” in occasione dell’arrivo di una partita di mascherine in Campania o delle dirette con bersaglio il leader della Lega Matteo Salvini? Anche per Pasqua, sfruttando soprattutto il suo modo di fare quando lancia degli appelli alla popolazione (un esempio quando disse che avrebbe portato i carabinieri con il lanciafiamme a chi avrebbe provato a organizzare feste di laurea durante il lockdown), i meme sul Governatore campano si sono sprecati. “A Pasqua non deve neanche uscire la sorpresa dall’uovo“. Così gli utenti del noto social satirico, Facciabuco, si sono immaginati Vincenzo De Luca che “invita” la sua gente a stare a casa in occasione delle festività pasquali.

Fonte immagine Facciabuco – utente Gegia

Meme Pasqua 2021: Gesù risorge…ed esce. La satira religiosa

Dalla politica alla religione, i bersagli principali dei meme in occasione delle ricorrenze in tempo di pandemia – in questo caso la Pasqua 2021 – oscillano tra questi due estremi. Nelle vignette pasquali dedicate alla satira religiosa si fa leva sulla tradizione cristiana cattolica, secondo la quale a Pasqua si festeggia la citata resurrezione di Gesù nella Bibbia, con il Messia che esce dal Santo Sepolcro e si mostra agli esseri umani. È proprio l’uscita dal Santo Sepolcro il topic della satira. D’altronde il verbo “uscire” è l’ossimoro delle restrizioni anti Covid e, ormai, va di pari passo con la parola “multa“, ovvero la sanzione che le forze dell’ordine possono comminare a chi viene beccato fuori senza un motivo valido durante la zona rossa. Il braccio della legge colpisce tutti, dai cittadini comuni ai politici, passando anche per i calciatori e, perché no, anche il Figlio di Dio. In un meme, infatti, si vede proprio Gesù che una volta uscito dal Sepolcro e stanco dal ridondante ricordo della sanzione in caso di violazione dice spavaldo: “Lo so, sono 400 euro di multa perché sono uscito“. C’è da dirlo, questa volta neanche un miracolo potrebbe salvare il Messia dalla sanzione.

Fonte immagine Facciabuco – utente Rio2272

Pasqua 2021, i meme nella vita di tutti i giorni

Se i due mondi analizzati precedentemente (politica e religione) possono sembrare troppo distanti per alcuni utenti, niente panico, il web pullula di meme fatti a posta per ridere sulle situazioni comuni che possono capitare a chiunque nella vita di tutti i giorni. Le vignette di questa “categoria” spaziano dal rapporto di coppia in tempi di pandemia ai passatempo più comuni già sperimentati durante il lockdown. Se durante la prima quarantena, infatti, tutti bene o male si sono improvvisati grandi cuochi, preparando pizze a profusione, paste simil-gourmet e prendendo chili su chili e a Natale, soprattutto a Catania, i più si sono cimentati nella scacciata fatta in casa, perché non sperimentare anche a Pasqua? D’altronde, come propone qualcuno, “ora non ci resta che imparare a fare l’uovo di Pasqua“. Se la cucina non è il vostro forte vuol dire che avete qualcuno che a casa esaudisce ogni vostro desiderio di gola, ma che, com’è giusto che sia, dopo tanto lavoro pretende le vostre attenzioni, magari “disturbando” durante la pennichella o nel corso della partita di calcio. Basti pensare che c’è chi ha approfittato delle restrizioni per stare più vicino alla propria metà. Una cosa piacevole e bella certo, ma che nasconde sempre delle insidie non indifferenti. “Amore, le restrizioni verranno prorogate ancora, potremo passare ancora del tempo insieme a casa“, dice in un dialogo immaginario un componente della coppia. La faccia dell’altra metà (vedere foto sotto) non è proprio il ritratto della felicità.

(Da sinistra a destra: Fonte immagine Facciabuco – utente Danilmax81; Fonte immagine Facciabuco – utente Lagatone)

Foto di PublicDomainPictures da Pixabay