Covid-19, la lattoferrina riduce tempi di negativizzazione: la conferma in uno studio

Covid-19, la lattoferrina riduce tempi di negativizzazione: la conferma in uno studio

ITALIA – Giungono notizie confortanti per quanto riguarda la lattoferrina, una proteina naturale multifunzionale capace di aumentare le difese immunitarie dell’organismo e di generare un’azione antinfiammatoria, antibatterica e antivirale.

È quanto emerso nel corso di uno studio condotto da gruppo interuniversitario di ricercatrici e ricercatori delle università romane di Tor Vergata e La Sapienza.


Secondo l’indagine pubblicata su Frontiers in Pharmacology e su Journal of Enviromental and public Health, tale proteina – attraverso l’interazione con la glicoproteina Spike del Covid-19, genererebbe un’attività antivirale in grado di ridurre i tempi di negativizzazione.

In questo modo, verrebbero velocizzati la ricomparsa precoce dell’olfatto e del gusto, conseguenze diffuse della malattia.

Interagendo con la glicoproteina Spike, la lattoferrina si comporterebbe come un qualsiasi anticorpo, in grado di “dialogare” direttamente con il virus.

Foto di repertorio