Coronavirus Italia, Figliuolo fissa gli obiettivi: “Vaccinare l’80% della popolazione entro settembre”

Coronavirus Italia, Figliuolo fissa gli obiettivi: “Vaccinare l’80% della popolazione entro settembre”

ITALIA –Vaccinare l’80% popolazione entro settembre di quest’anno, compresi i 12-15enni, in totale 54,3 milioni di italiani“, rappresenta una delle priorità per il Paese.

Lo ha dichiarato il commissario per l’emergenza Coronavirus Francesco Paolo Figliuolo in audizione ieri alla Camera, specificando che rimane fondamentale il compito “tutelare la salute e la vita dei nostri concittadini, ristabilendo le condizioni per favorire la ripartenza del Paese“.


Non dobbiamo sprecare niente in termini di risorse, uomini, tempo e mezzi. L’Italia ha tutto, bisogna solo saperlo mettere insieme e in maniera coordinata“, ha aggiunto il commissario.

Secondo Figliuolo, “potrebbe essere prevista la necessità di almeno un’ulteriore dose” di vaccino. Giunti a questo punto, per la campagna vaccinale si rivela fondamentale effettuare “un graduale ma necessario passaggio da vaccinazioni effettuate in maniera centralizzata negli hub ad un sistema di ‘vaccinazioni delocalizzate’, molto più capillare e prossimo ai cittadini“.

Altro obiettivo è quello di completare l’immunizzazione delle categorie fragili e delle persone over 80. Sempre Figliuolo, nel corso dell’audizione alla Camera, ha sottolineato che la vaccinazione ha consentito “il calo di ricoveri e morti” su tutto il territorio nazionale.

Immagine di repertorio