Coronavirus Italia, Draghi chiede al Cts protocolli meno rigidi per favorire la ripartenza

Coronavirus Italia, Draghi chiede al Cts protocolli meno rigidi per favorire la ripartenza

ITALIA – Il presidente del Consiglio Mario Draghi valuta una serie di nuove aperture graduali al fine di favorire la ripartenza dell’Italia attualmente stretta dalla morsa dell’emergenza Coronavirus.

Il premier, infatti, avrebbe già chiesto al Comitato tecnico-scientifico di mettere a punto dei protocolli meno rigidi per fornire maggiore respiro al Paese.


L’obiettivo, in particolare, sarebbe quello di far respirare quelle attività maggiormente colpite dalle chiusure nel corso degli ultimi mesi. Nel frattempo, continua a rimanere calda l’ipotesi del 19 aprile come data prefissata per la riapertura di buona parte del Paese.

Per la prossima settimana, in base ai dati dell’andamento della curva epidemiologica che saranno esaminati in cabina di regia venerdì 16 aprile, alcune Regioni italiane potrebbero passare in zona gialla.

In particolare, i settori maggiormente coinvolti potrebbero essere quelli della ristorazione e degli spettacoli.

Immagine di repertorio