I lavori sulla Agrigento - Caltanissetta ritarderanno: neostruttura danneggiata

I lavori sulla Agrigento – Caltanissetta ritarderanno: neostruttura danneggiata

I lavori sulla Agrigento – Caltanissetta ritarderanno: neostruttura danneggiata

AGRIGENTO – Secondo gli ultimi annunci, i lavori sulla Agrigento – Caltanissetta sarebbero stati consegnati il prossimo 30 settembre. Ma, a quanto pare, i termini non verranno ancora una volta rispettati, perché qualcosa non va. O meglio, la struttura, nonostante sia stata appena edificata, presenta delle lesioni che potrebbero compromettere la sicurezza degli automobilisti. A rendere noto il danno è il senatore della Repubblica Giuseppe Ruvolo.


“Nel corso di un sopralluogo nei cantieri per il raddoppio della strada statale 640 – sostiene Ruvolo – ho constatato con preoccupazione delle lesioni strutturali ad un viadotto che ricade in territorio di Racalmuto, in contrada Mezzarati. Verrà preso un provvedimento “sottoponendo la questione al ministro Maurizio Lupi, all’Anas e se necessario – continua l’esponente di Forza Italia – alla protezione civile. Avevo già concentrato il mio interessamento parlamentare sulla precaria rete viadottistica della provincia di Agrigento a partire dal ponte sul fiume Verdura a Ribera, dal Carabollace nel Saccense e il Petrulla a Ravanusa, ma mai mi sarei aspettato di rilevare delle criticità su un’opera nuova di zecca“.


Il senatore pretende delle spiegazioni, e ne trova alcune “dopo aver consultato dei tecnici in loco, le cui prime ipotesi farebbero pensare ad un carico trasversale, anche se non è da sottovalutare uno smottamento del terreno che ha già prodotto danni nella zona. Mi auguro – conclude Ruvolo – che la carreggiata interessata possa essere ripristinata in tempi brevi, anche se temo che gli interventi dilateranno ancora una volta i termini della consegna dei lavori. Ciò che conta maggiormente però è la sicurezza degli utenti della strada, sempre più sfiduciati dalla gestione e manutenzione delle vie di comunicazione siciliane”.