Avrebbe abusato sessualmente di una 14enne durante il catechismo: la ricostruzione della Procura

Avrebbe abusato sessualmente di una 14enne durante il catechismo: la ricostruzione della Procura

GELA – Arresti domiciliari per un uomo di Gela (Caltanissetta) accusato di violenza sessuale nei confronti di una quattordicenne. L’indagato, secondo la ricostruzione della procura che ha chiesto e ottenuto dal gip la misura cautelare, avrebbe abusato della ragazzina durante le ore del catechismo all’interno della parrocchia.

I fatti risalirebbero al 2018 ma sono emersi solo di recente, grazie alla segnalazione del consultorio familiare di Gela a cui la famiglia si era rivolta per chiedere assistenza per la ragazza.


L’uomo, un cinquantenne di Gela, laico, (D. C. le sue iniziali), è finito agli arresti domiciliari. Il provvedimento è stato emesso dal Gip del Tribunale di Gela, su richiesta del sostituto Mario Calabrese e del procuratore Fernando Asaro, è stato eseguito dalla polizia. Il cinquantenne è accusato di violenza sessuale aggravata dall’essere stata commessa su una minore di 14 anni.

Il caso getta una nuova ombra sulla diocesi di Piazza Armerina, di cui Gela fa parte, dopo l’arresto il 27 aprile di quest’anno di don Giuseppe Rugolo, il parroco accusato di avere abusato, quando ancora si trovava a Enna, tra il 2009 e il 2015, di un ragazzo da quando quest’ultimo aveva 15 anni e fino ai 20 anni.

 

foto di repertorio