Attentato terroristico a Notre Dame, sale a 3 il bilancio delle vittime. Il sindaco: “Il killer continuava a gridare Allah Akbar”

Attentato terroristico a Notre Dame, sale a 3 il bilancio delle vittime. Il sindaco: “Il killer continuava a gridare Allah Akbar”

Il bilancio delle vittime dell’attentato a Notre Dame che si è verificato stamattina è pari a 3. Arrivano altri ed agghiaccianti aggiornamenti: nello specifico, pare che la prima ad avere la peggio sia stata una donna decapitata all’interno della cattedrale.


A questa si sarebbero aggiunti un uomo accoltellato dal killer e una donna uccisa in un bar davanti la basilica dove aveva tentato di rifugiarsi per scappare alla follia omicida.

Il killer è stato ferito e si trova in ospedale, si cercano eventuali complici perché si tratta di una pista da non escludere del tutto.


Il sindaco di Nizza, secondo quanto riferito a BFM-TV pare abbia detto che l’autore dell’attentato continuava a gridare senza interruzione Allah Akbar, anche durante la medicazione delle ferite. Questo fa collegare l’episodio all’attacco terroristico.

Il parroco, invece, alla stessa emittente ha dichiarato: “Eravamo stati avvisati da due, tre giorni, che c’era il rischio di attacchi supplementari con l’approssimarsi della Festa di Ognissanti, perché alcuni facevano il legame tra la festa dei morti cristiani e il fatto di far crescere il numero di morti“.