Farmaci contraffatti in Africa: lotta alla criminalità organizzata internazionale passa anche da Siracusa

Farmaci contraffatti in Africa: lotta alla criminalità organizzata internazionale passa anche da Siracusa

SIRACUSA – È iniziato oggi, nella sede del Siracusa International Institute, il terzo meeting di esperti internazionali sul tema del rafforzamento della lotta alla contraffazione dei farmaci in Africa occidentale.

Organizzato sulla spinta dell’Istituto Internazionale di Ricerca contro la Contraffazione dei farmaci (IRACM), l’incontro coinvolge circa una quindicina di esperti provenienti da otto paesi (Benin, Burkina Faso, Camerun, Chad, Costa D’Avorio, Guinea, Mali, Repubblica Centrafricana) e diversi relatori tra cui il dott. Bernard Leroy, Direttore dell’IRACM, il quale ha aperto stamane i lavori e sarà impegnato durante i tre giorni a coordinare tutte le sessioni di lavoro dei partecipanti.



Il ciclo di riunioni di esperti su tale fenomeno si pone l’obiettivo di contrastare un fatto particolarmente grave che affligge il continente africano: la contraffazione dei farmaci costituisce infatti, una minaccia costante per la salute di milioni di persone e rappresenta una delle maggiori fonti di reddito della criminalità organizzata.

Al fine di predisporre strumenti di contrasto efficaci per la lotta alla contraffazione dei farmaci e per garantire la tutela della salute pubblica nel continente africano, la riunione di esperti mira a elaborare nuovi strumenti legislativi da adottare nei diversi paesi coinvolti e a inserire il tema come prioritario nell’agenda politica dei rispettivi parlamenti e governi.

Commenti