Riapertura scuole, Musumeci conferma: “Si rientra il 14 settembre”. Ecco quanto deciso sulla mascherina

Riapertura scuole, Musumeci conferma: “Si rientra il 14 settembre”. Ecco quanto deciso sulla mascherina

PALERMO – Il 14 settembre, data del fatidico rientro a scuola per la Sicilia, è sempre più vicino. In mezzo ai giovani “disperati”, come ogni anno, per la fine delle vacanze estive, quest’anno ci sono anche altri problemi ben più grossi a cui pensare per il rientro. I più si chiedono come andrà la riapertura in tempi di emergenza sanitaria, se verrà rispettato il distanziamento e se gli edifici scolastici riusciranno a reggere e ad avere le condizioni per far sì che l’anno scolastico possa iniziare e procedere per il meglio.


Una prima indiscrezione, però, l’ha data il Presidente della Regione Siciliana, Nello  Musumeci, intervenuto nella trasmissione in onda su Retequattro, “Quarta Repubblica” di Nicola Porro. Secondo quanto detto dal governatore, infatti, in Sicilia le scuole riapriranno il 14, ma verrà lasciata facoltà ai responsabili di istituto di poter slittare la riapertura al 24, qualora non ci fossero tutte le condizioni necessarie in materia di sicurezza igienica e sanitaria.


Chiarita la questione delle date, rimangono aperti ancora diversi interrogativi, nonostante manchino circa due settimane alla ripresa. Uno dei tanti è quello riguardante il test sierologico a tutto il personale scolastico, per il quale starebbe impazzando ancora polemica.


Sciolti, invece, i dubbi sull’utilizzo della mascherina all’interno degli edifici. Secondo quanto detto dal Comitato tecnico scientifico, cade l’obbligo di usarla nelle scuole secondarie se si riesce a rispettare la distanza di un metro. Nelle scuole primarie può essere rimossa solo in caso di situazioni di staticità, con rispetto della distanza e l’assenza di situazioni che prevedano la possibilità di aerosolizzazione (per esempio, attività di canto).

Fonte immagine professione docente