L’Ersu si rinnova, gli studenti attaccano: “Lentezza nei pagamenti”, l’ente risponde

L’Ersu si rinnova, gli studenti attaccano: “Lentezza nei pagamenti”, l’ente risponde

CATANIA – Le polemiche attorno all’Ersu dell’Università di Catania non si placano. Questa volta a lamentarsi della cattiva gestione è Cristian La Spina, studente e rappresentante degli studenti della facoltà di Scienze Politiche, che ha voluto condividere su Facebook tutto il suo malumore e la sua rabbia in merito ad alcuni investimenti.

“Caro Ersu, ti scrivo…
Quest’oggi a pranzo avevo questo foglio tra le mani e pensavo: “beh che bella cosa, l’Ersu si rivoluziona, l’Ersu è all’avanguardia”. Wow. Peccato che penso sia inutile prevedere super mega tecnologie quando alla base ci sono gravi problemi in primis RISICATE BORSE DI STUDIO che costringono gli studenti ad abbandonare gli studi, ritardi ordinari nei pagamenti e potrei ancora continuare. Adesso non che io sia contro la tecnologia o l’innovazione (e comunque anche se lo fossi la tecnologia mi investirebbe ugualmente!), ma prima di destinare denaro a Totem ultra-tecnologici, developer che sviluppano app stratosferiche o semplicemente farsi commissionare migliaia di volantini di carta come questo, caro Ersu non sarebbe ora di creare una NUOVA GESTIONE AL PASSO CON I TEMPI dei servizi di prima istanza?
Grazie”.



Questa la lettera mandata sulla sua pagina Facebook. “Credo sia necessario spendere dei soldi prima di tutto per garantire un servizio di base –  afferma Cristian La Spina -. Dicendo questo non voglio dire che sia contrario all’innovazione: la ritengo, comunque, qualcosa di positivo su cui magari si poteva intervenire dopo aver sistemato le problematiche principali”.

Il nuovo servizio lanciato dall’Ersu, sulla nuova gestione della refezione universitaria tramite l’utilizzo dello smartphone, è partito lo scorso lunedì 4 dicembre. Come riferitoci, sono stati distribuiti diversi volantini per pubblicizzare questo nuova app, che gli studenti dell’Università potranno facilmente utilizzare.

Come dichiarato direttamente dall’ufficio stampa dell’ente universitario, nella persona del dottor Giampiero Panvini, “dire certe cose corrisponde a non essere ben informati. L’Ersu di Catania è sempre stata una delle prime a procedere nei pagamenti. Abbiamo sempre ricevuto note di merito da parte del ministero, arrivando l’anno scorso alla percentuale del 100% dei pagamenti. Quest’anno, per problemi vari, come tagli da parte del Miur e della Regione, siamo fermi al 40%”.

Commenti