Covid, l’UE chiede nuove restrizioni per i no-vax: “Evitate viaggi non essenziali, sì a tamponi e quarantena”

Covid, l’UE chiede nuove restrizioni per i no-vax: “Evitate viaggi non essenziali, sì a tamponi e quarantena”

EUROPA – Continua a preoccupare la situazione della pandemia da Covid-19 in Europa, dove è particolarmente critica la diffusione del contagio nel corso di queste settimane.

Gli Stati membri dovrebbero applicare misure riguardanti i viaggi da e verso le aree rosso scuro, dove il virus sta circolando a livelli molto alti“, lo comunica la Consiglio dell’Unione Europea nelle “raccomandazioni” divulgate per il coordinamento sui viaggi in sicurezza.


In particolare, gli Stati “dovrebbero in particolare scoraggiare tutti i viaggi non essenziali e richiedere alle persone che arrivano da queste aree, e che non sono in possesso di un certificato di vaccinazione o di guarigione, di sottoporsi a un test prima della partenza e alla quarantena dopo l’arrivo“.

Alcune eccezioni a queste misure dovrebbero applicarsi ai viaggiatori con un ruolo o un bisogno essenziale, ai pendolari transfrontalieri e ai bambini sotto i 12 anni“, si legge sempre nella nota del Consiglio UE.

Nel frattempo, a partire da ieri in Francia è in vigore il “pass vaccinale”, equivalente al Super Green Pass adottato in Italia.

Il certificato francese determina l’obbligo del ciclo completo di vaccinazione per tutte le persone al di sopra dei 16 anni che vogliono entrare in un’attività di ristorazione, prendere i mezzi di trasporto o accedere a ogni locale con pubblico.

Immagine di repertorio