Il Direttore generale dott. Suraniti visita l’Omnicomprensivo “Don Bosco-Majorana” di Troina

Il Direttore generale dott. Suraniti visita l’Omnicomprensivo “Don Bosco-Majorana” di Troina

TROINA – Giornata di festa giorno 16 novembre scorso per l’Istituto Omnicomprensivo “Don Bosco-Majorana”, che ha ricevuto la visita ufficiale dei massimi vertici delle autorità scolastiche siciliane. In occasione dell’inaugurazione della mostra “Art in Schools” in esposizione permanente nel plesso della scuola primaria “Mulino a vento”, il direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia Stefano Suraniti, accompagnato dal dirigente dell’Ufficio Scolastico provinciale di Enna e Caltanissetta Filippo Ciancio, e dalla dirigente dell’Ufficio Scolastico provinciale di Trapani e delega alla INCLUSIONE per la Sicilia Tiziana Catenazzo, ha visitato con grande emozione l’IISS “Ettore Majorana”, dove ha anche conseguito i suoi studi tecnico-commerciali.

Dopo un giro per i locali del plesso “Majorana”, Suraniti è stato calorosamente salutato dalla Dirigente reggente dell’ Istituto Omnicomprensivo “Don Bosco-Majorana” Viviana Ardica che, insieme a insegnanti e studenti, hanno dato il benvenuto nell’auditorium “Nuccio Schiacchitano”, sulle note della “Ulisse Orchestra”.


La visita è poi proseguita nei locali del plesso “Don Bosco” e si è conclusa nel laboratorio di cucina dell’indirizzo alberghiero del “Majorana”, i cui ragazzi, coadiuvati dai loro insegnanti, hanno per l’occasione preparato il pranzo per tutti i partecipanti.

“Avere le massime autorità scolastiche siciliane – ha dichiarato soddisfatta Viviana Ardica – , è stata la dimostrazione che la collaborazione interistituzionale e la valorizzazione delle buone pratiche del territorio sono la strada maestra da percorrere. La scuola è la leva strategica che agisce sul livello di sviluppo sociale ed economico di un territorio e, pertanto, tutte le energie devono essere canalizzate a esprimere le sue potenzialità. Grazie al direttore generale Suraniti, ai dirigenti Ciancio e Catenazzo e al sindaco Fabio Venezia”.