Sagre autunnali in Sicilia a rischio? Per alcune si punta alla forma ridotta

Sagre autunnali in Sicilia a rischio? Per alcune si punta alla forma ridotta

MILO – Con il finire della stagione estiva e l’inizio di quella autunnale in diversi luoghi della Sicilia si comincia a pensare all’organizzazione delle sagre tipiche del periodo. Nella parte orientale dell’isola gli esempi non mancano e ogni anno esse attirano diversi turisti provenienti anche da oltre lo Stretto.


Quest’anno però gli organizzatori dovranno fare i conti con l’attuale emergenza sanitaria, che porterà a rivedere la struttura di queste sagre, possibilimente senza eventi in piazza.


Di questo dà conferma il presidente della Pro Loco di Milo (CT), Alfredo Cavallaro, nello specifico riguardo a una manifestazione enologica che si svolge ogni anno all’interno del paese.



“Quest’anno ci saranno occasioni per la degustazione del vino – afferma Cavallaro – e per incontri all’interno delle cantine, ma non possiamo permetterci manifestazioni in piazza perché purtroppo non siamo in grado di garantire il distanziamento sociale. Questi eventi sono importanti per l’economia dell’isola, sia perché valorizzano i nostri prodotti agricoli che per il turismo, e rinunciare a essi comporterebbe un danno enorme“.

Immagine di repertorio