Panaret o Aceddu cu l'ovu? A Piana degli Albanesi si celebra il simbolo della Sicilia migrante e dell'incrocio di popoli - Newsicilia

Panaret o Aceddu cu l’ovu? A Piana degli Albanesi si celebra il simbolo della Sicilia migrante e dell’incrocio di popoli

Panaret o Aceddu cu l’ovu? A Piana degli Albanesi si celebra il simbolo della Sicilia migrante e dell’incrocio di popoli

PALERMO – La Sicilia è una terra di migranti. Da chi la saluta per tentare la fortuna a chi la benedice per un suolo finalmente ritrovato, ogni essere umano ha fornito un contributo non indifferente all’arricchimento culturale della nostra Isola.

Tra i numerosi popoli che hanno lasciato un segno indelebile in questo meraviglioso melting pot, vi è anche la comunità arbëreshë residente nel nostro territorio ormai da più di 500 anni. Piana degli Albanesi rappresenta il simbolo della diaspora albanese della seconda metà del ‘400.



L’espressione massima della vivacità culturale di questa collettività si estrinseca in occasione della celebrazione più sentita dell’anno, ovvero la Pashkët, conosciuta dai parlanti italiani come la Pasqua.

Durante questa ricorrenza è tradizione, nella città siciliana, preparare il classico Panaret, noto in altre aree della Sicilia con i nomi di Aceddu cu l’ovu o Cuddura. Questo dolce, a forma di cesto, è sormontato da un manico di pasta frolla mentre al centro si trova incastonato, di norma, un uovo colorato di rosso a simboleggiare la fecondità e la rinascita.


Secondo la memoria locale, anticamente il Panaret veniva benedetto durante una celebrazione che si teneva, sotto il rito greco-bizantino, il giorno di Pasqua nella chiesa di San Demetrio Megalomartire.

Fonte foto: Facebook – Io non sono siciliano, ma Arbëreshë

Per rimanere sempre aggiornato scarica la nostra app.