“Palermo sospesa”, una festa anomala per Santa Rosalia

“Palermo sospesa”, una festa anomala per Santa Rosalia

PALERMO – Una festa “anomala” quest’anno quella di Santa Rosalia a Palermo. Si tratta di una delle occasioni religiose più note della Sicilia, assieme a quella di Sant’Agata a febbraio nel capoluogo etneo, ma nel 2020, a causa dell’emergenza sanitaria, tutto è stato diverso.

“Palermo sospesa – Il Festino che non c’è” è il nome dato al breve film andato in onda ieri su diversi canali e dedicato alla santa patrona del capoluogo regionale.


La statua in mezzo alla piazza, pochissime persone intorno: nulla ricorda le strade affollate e la gioiosa atmosfera degli scorsi anni. Eppure, questo non ha fermato i palermitani dal rendere omaggio alla santa e dal dimostrare la propria devozione nel pieno rispetto delle norme di distanziamento e dei divieti imposti per la situazione sanitaria.

 


 

 

“Il Festino 2020 conferma la devozione di Palermo e dei palermitani per la Santuzza. E il Festino di quest’anno, il ‘Festino che non c’è’, grazie al digitale, grazie alle TV e al web sarà il Festino più visto e più seguito nel mondo con il film ‘Palermo sospesa’ che sarà in onda su diversi canali”: è questo il commento soddisfatto del sindaco Leoluca Orlando, che ha condiviso anche un video messaggio con alcune immagini della santa.

Fonte immagine e video: Facebook – Leoluca Orlando