Epifania, una festa dedicata ai più piccoli - Newsicilia

Epifania, una festa dedicata ai più piccoli

Epifania, una festa dedicata ai più piccoli

Nella tradizione cattolica, il 6 gennaio è il giorno in cui i Magi riescono a raggiungere la capanna in cui è nato Gesù grazie alla stella cometa e a portargli in dono oro, incenso e mirra.

In quella “popolare”, invece, la notte tra il 5 e il 6 gennaio è quella scelta da una simpatica vecchietta, conosciuta universalmente come “la Befana”, per portare dolci ai bambini di tutto il mondo sulla sua magica scopa.




Che si dia maggior rilievo a un’interpretazione o all’altra, non si può negare un dettaglio importante: l’Epifania è una festa dedicata ai più piccoli. Proprio per questo, ogni iniziativa è dedicata a loro: presepi viventi, manifestazioni con donne travestite da Befana, distribuzioni di dolci nei luoghi pubblici e tutte le attività simili.

Non sorprende, quindi, che siano soprattutto i bambini ad attendere l’ultima festa del periodo natalizio: ognuno di loro passa giorni interi a guardare i dolciumi e le calze più belle nei supermercati e nelle bancarelle, a sperare che la Befana non porti loro il carbone (tradizionalmente lasciato ai “monelli”) e a partecipare agli eventi organizzati il 6 gennaio.

Alcuni tra i più piccini sono talmente curiosi da tentare di rimanere svegli nella notte del 5 gennaio con la speranza di riuscire a vedere la leggendaria donna addetta alla consegna delle ghiottonerie volare nei cieli.

Sono comportamenti divertenti, tradizioni gradevoli che resistono anche nella cosiddetta “era tecnologica” e che ancora oggi convincono i più piccoli e i loro genitori ad abbandonare per qualche ora smartphone e oggetti simili per godersi gli aspetti folkloristici dell’Epifania.

Nonostante per molti quella del 6 gennaio sia quasi una festa “laica”, non sono pochi coloro che continuano a conoscerne e apprezzarne l’aspetto religioso e a partecipare alle iniziative organizzate nelle parrocchie locali.

Dal canto suo, anche la Chiesa recentemente è diventata sempre più consapevole del particolare coinvolgimento dei bambini nella festa dell’Epifania, nettamente superiore rispetto a quello degli adulti, e ha iniziato a dare sempre più spazio ai piccini nei festeggiamenti del 6 gennaio.

Non a caso, questa data è stata scelta dalle autorità ecclesiastiche per celebrare anche la “Giornata Missionaria dei Bambini e Ragazzi”, dedicata, come ha ricordato papa Francesco in occasione dell’Angelus dell’Epifania l’anno scorso, a diversi progetti solidali, attivi e finanziati a livello globale.

Immagine di repertorio