Da Independence Day a Ferragosto: tour tra le feste dell’estate nel mondo

Da Independence Day a Ferragosto: tour tra le feste dell’estate nel mondo

La bella stagione è segnata da eventi da non perdere, anche in un 2020 anomalo. Un viaggio attraverso le feste dell’estate nel mondo permette di scoprire i momenti più attesi dell’anno.


Feste dell’estate nel mondo: introduzione

I tre mesi estivi sono decisamente l’ideale per festeggiamenti all’aperto, tra amici e relax. Anche se quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria, tanti eventi hanno subìto delle modifiche o sono state annullate, al divertimento non si rinuncia.


Per il 2020, si possono segnare in agenda alcune delle tappe estive più belle per il futuro o viaggiare con la fantasia.


Italia: Ferragosto, l’inizio della fine dell’estate

Uno dei giorni più “affollati” dell’anno in Italia è senza dubbio il Ferragosto, che cade ogni 15 agosto. La festa ha origini molto antiche: fu introdotta in epoca romana dall’imperatore Augusto e ai tempi era dedicata a Conso, dio della terra e della fertilità.



Solo successivamente la ricorrenza laica fu fatta coincidere con la festa religiosa dell’Assunzione di Maria, assumendo una connotazione religiosa.

Oggi in Italia Ferragosto vuol dire pausa, divertimento, notti insonni tra musica e cibo… Tanti approfittano delle ferie per un piccolo viaggio: è per questo che, tradizionalmente la settimana di Ferragosto è “da bollino nero” su tutte le autostrade nazionali.

Francia: dal pellegrinaggio dei gitani a Saintes Maries de la Mer alla Festa della Lavanda

Tradizionalmente in Francia la stagione estiva si apre a fine maggio: tra il 24 e il 25 del mese, infatti, il comune di Saintes Maries de la Mer e le statue di Marie Jacobé e Marie Salomé sono meta di pellegrinaggi.

Simbolo di questo evento è la partecipazione dei gitani, che in abiti tradizionali danno vita a processioni dal gusto tipicamente locale e con la loro originalità attirano fedeli e curiosi da tutto il mondo.

Altra occasione che rende l’estate più “colorata” in Francia è la Festa della Lavanda. Le più famose sono quella di Ferrassières (5 luglio), di Valensole (19 luglio) e di Digne-les-Bains (31 luglio-4agosto). Per il 2020, a causa della pandemia, sono state tutte annullate.

In genere in Provenza la fioritura della lavanda (da metà giugno a metà agosto) è il momento ideale per piccole feste con turisti e abitanti del luogo, organizzate per godersi gli incredibili scenari naturali francesi di metà estate.

Festa della Lavanda Provenza

Foto di Alain Hocquel. Fonte: www.inprovenza.it/

Inghilterra e Spagna, feste e spiritualismo: l’arrivo dell’estate a Stonehenge e la Noche de San Juan

Nel Regno Unito il solstizio d’estate è un evento molto sentito a Stonehenge, noto sito neolitico nel Wiltshire. Migliaia di curiosi, appassionati di astronomia e perfino spiritualisti si riuniscono con il comune obiettivo di ammirare l’alba nel giorno del solstizio. Si tratta di una tradizione molto antica, che non ha perso il suo fascino neanche nel periodo del Coronavirus (con le dovute precauzioni).

Stonehenge Solstizio d'estate

Fonte: Turismo.it

Di natura diversa è il Carnevale di Notting Hill di Londra. Si tratta di una manifestazione che si tiene ogni anno a partire dal 1965 nelle strade del quartiere londinese ad agosto. Prevede una sfilata guidata dai membri delle comunità delle Indie Occidentali. Oggi è uno dei carnevali più noti del mondo e richiama ogni anno migliaia di turisti (annullato per il 2020).

Una festa legata prima al mondo pagano e ora a quello spirituale è la “Noche de San Juan” in Spagna, celebrata tra il 23 e il 24 giugno. La notte di San Giovanni segna ufficialmente l’arrivo dell’estate. In passato si creavano grandi fuochi che permettessero a fumo e fiamme di “raggiungere” il cielo: una sorta di rito propiziatorio per il raccolto. Oggi è diventato per lo più il primo grande evento estivo per organizzare falò e spettacoli pirotecnici.

Tra le più note feste della notte di San Giovanni quella di Barcellona, meta turistica molto ambita.

Noche de San Juan Notte di San Giovanni Spagna

Fonte: https://angloamericanstudio.wordpress.com/

Svizzera: la festa nazionale

L’1 agosto tutti i cantoni svizzeri sono in festa. Dal 1891 è il giorno in cui si celebra l’anniversario della creazione della Confederazione. Viene festeggiato esclusivamente nei Comuni, ma c’è anche un momento di “collettività” rappresentato dal discorso del presidente dello Stato confederale.

Stati Uniti: dall’Independence Day al Labor Day

L’estate statunitense è segnata da due eventi: l’Independence Day (4 luglio) e il Labor Day (primo lunedì di settembre).

Il 4 luglio, gli Usa festeggiano l’indipendenza dall’Inghilterra, ottenuta nel lontano 1776. Anche questo evento, festeggiato anche nelle basi militari statunitensi nel mondo (non ultima Sigonella, in Sicilia), purtroppo nel 2020 è stato “blindato” per l’emergenza sanitaria.

È tradizione che in giornata si organizzino parate, barbecue, concerti all’aperto… E tutto si conclude con gli spettacolari fuochi d’artificio le cui immagini incantano il mondo intero.

Il Labor Day è la giornata per ricordare il movimento operaio. Il “lungo weekend” precede il ritorno a scuola in molti territori e per tanti segna la conclusione della stagione estiva. Le celebrazioni, corrispondenti a quelle della Festa dei Lavoratori del 1°maggio, non sono molto diverse da quelle del 4 luglio. Con l’aggiunta degli sconti speciali per gli articoli scolastici e l’avvicinarsi dell’inizio della stagione sportiva autunnale.

Tunisia: una seconda festa della donna

Pochi lo sanno, ma in Tunisia si celebra la Festa della Donna ben due volte l’anno: oltre al canonico 8 marzo, infatti, c’è il 13 agosto. In questo giorno, il Paese nordafricano ricorda l’entrata in vigore del Codice sullo statuto della persona.

Sicuramente si tratta di una festa molto più “sobria” rispetto alle altre, ma non meno importante e significativa per l’intera Africa. Numerose altre manifestazioni si organizzano spesso anche nel resto del continente, tra giornate dedicate alla cultura e feste nazionali.

India: il Ladakh Festival per dire addio all’estate

Nel cuore dell’Himalaya, dal 20 al 26 settembre di ogni anno si celebra il Ladakh Festival. Colori, luci e danze rituali diventano il centro dell’attenzione degli abitanti, che salutano la stagione estiva e accolgono quella autunnale.

Tanti gli eventi organizzati, dal trekking alle mostre di artigianato (come quella di thanga, un raro ricamo su seta).

Ladakh Festival India

Fonte: scambieuropei.info

Un insieme di cultura e scenari suggestivi che rappresenta uno dei modi più interessanti di concludere un ipotetico tour tra le principali feste dell’estate nel mondo.

Fonte immagine di copertina: Gerd Altmann da Pixabay