Consegnato a Sara Pettinato il ricavato dell’asta di beneficenza della grande festa “Terrazza Agata” - Newsicilia

Consegnato a Sara Pettinato il ricavato dell’asta di beneficenza della grande festa “Terrazza Agata”

Consegnato a Sara Pettinato il ricavato dell’asta di beneficenza della grande festa “Terrazza Agata”

CATANIA – Tra paillettes, lustrini e creazioni degli allievi della cattedra di Storia del Costume per lo Spettacolo diretta da Liliana Nigro, docente dell’Accademia di Belle Arti di Catania, nell’accogliente Salone del Teatro Don Bosco di via Della Mecca 6 è stato consegnato alla senologa e chirurga Sara Pettinato, fondatrice dell’Associazione “Agata donna per le donne”, il ricavato della grande festa “Terrazza Agata”, la serata di moda, spettacolo e beneficenza del tre febbraio che si è svolta nella terrazza dello storico calzaturificio Ega, oggi sede della maison d’alta moda scarpe d’autore di Luciana Cavalli, per l’acquisto di un mammografo per la prevenzione dei tumori al seno 

Hanno animato l’incontro, moderato dalla giornalista Pierangela Cannone,  l’imprenditrice Luciana Cavalli, la presidente dell’associazione Promopaola Agnieszka Juzak, la professoressa Liliana Nigro e la senologa Sara Pettinato. 

Effettuare una diagnosi precoce – dichiara Sara Pettinato – è l’arma più efficace che abbiamo per combattere e prevenire il cancro, perché è più semplice trattare un tumore nei primi stadi e gli interventi chirurgici possono essere più circoscritti con terapie farmacologiche meno pesanti, per questo è importante sensibilizzare tutta la popolazione femminile ad effettuare esami diagnostici per la scoperta precoce di alcuni tra i tumori più diffusi come  quello al seno”. 

L’azione solidale della serata del 3 febbraio, hanno dichiarato all’unisono i relatori, è l’inizio di un cammino verso una campagna di sensibilizzazione e prevenzione che ha preso il via con l’asta benefica della “sira o tri” animata da Giuseppe Castiglia e dal cantastorie Luigi Di Pino e da numerose aziende che hanno aderito alla raccolta fondi, perché fare diagnosi precoce significa salvare la vita. 


Subito dopo la consegna del ricavato in attesa di assistere ai fuochi dell’ottava di Sant’Agata l’Onav di Catania e l’Istituto tecnico e professionale Mazzei- Sabin di Giarre hanno offerto al pubblico presente una degustazione guidata dei vini dell’Etna, per far conoscere le eccellenze enoiche pluripremiate prodotte sulle colline delle pendici nord, sul versante sud e sulle colline orientali del vulcano.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com